Microsoft presenta Windows MultiPoint Server 2010

Microsoft ha annunciato il rilascio di Microsoft Windows MultiPoint Server 2010, un nuovo prodotto Windows che rende più semplice ed economicamente conveniente l’accesso ai computer, consentendo a più utenti di condividere contemporaneamente lo stesso computer, negli ambienti didattici (quali laboratori scolastici, aule e biblioteche) e in tutte quelle realtà che necessitano di risorse informatiche flessibili, facilmente configurabili e utilizzabili.

Windows MultiPoint Server 2010 è disponibile su scala mondiale attraverso il canale OEM (Original Equipment Manufacturer) e i contratti Microsoft Academic Volume Licensing. Microsoft ha inoltre annunciato nuove partnership per creare un forte ecosistema globale di fornitori hardware che offrano ai clienti un’ampia scelta per l’acquisto e l’utilizzo delle soluzioni Windows MultiPoint Server.

“Abbiamo recepito il chiaro messaggio proveniente dai nostri clienti nel settore dell’istruzione, dove il bisogno di disporre di tecnologie innovative nei laboratori come nelle aule deve conciliarsi con budget limitati ed esigenze di facilità di gestione e utilizzo”, ha affermato Alessandro Paolucci, Direttore Area Education di Microsoft Italia. “Ecco perché abbiamo sviluppato Windows MultiPoint Server, una soluzione che risponde a tali esigenze e include tutta la comprovata e affidabile esperienza Windows”.

Destinato alle istituzioni didattiche, per l’utilizzo in laboratori scolastici, aule e biblioteche, e in generale a quelle realtà che necessitano di risorse informatiche flessibili e a costi contenuti, Windows MultiPoint Server 2010 è un nuovo sistema operativo Windows che consente a più utenti di condividere lo stesso computer, garantendo al contempo a ciascun utente un’esperienza PC individuale e indipendente da quella degli altri, nel familiare ambiente Windows, semplicemente attraverso l’utilizzo del proprio monitor, della propria tastiera e del proprio mouse direttamente collegati al singolo computer centrale, che funge da host, via USB o scheda video.

Leggi anche:  Il Gruppo MOL sceglie SAP Ariba per digitalizzare gli acquisti globali

Windows MultiPoint Server 2010 è il prodotto principale della famiglia di soluzioni MultiPoint, una serie di tecnologie pensate per lo shared resource computing, che offre a docenti e studenti più ampio accesso alle tecnologie didattiche. La tecnologia shared resource computing, cioè la tecnologia di elaborazione basata su risorse condivise, è uno scenario informatico emergente che consente di utilizzare pienamente le capacità di un PC, per permettere a un singolo computer host di supportare più utenti allo stesso tempo.

“Con questa tecnologia è possibile moltiplicare il numero di postazioni informatiche disponibili per gli studenti negli istituti didattici, aumentando il valore dell’investimento ma non il budget”, ha sostenuto Bill Rust, Direttore di ricerca in Gartner. “La semplicità di configurazione e gestione rende Windows MultiPoint Server il prodotto ideale per gli ambienti didattici e ne fa una soluzione che, a differenza di altre, può essere supportata da Microsoft o dai suoi partner autorizzati e include la licenza per i sistemi host e le postazioni”.

Realizzazione di un ecosistema

Le enormi potenzialità offerte da Windows MultiPoint Server trovano supporto da parte del solido ecosistema Microsoft di partner globali. Il prodotto viene infatti lanciato sul mercato con il forte sostegno di fornitori di tutto il mondo che si sono impegnati a sviluppare soluzioni per la piattaforma MultiPoint. A novembre 2009, HP è stata la prima società OEM ad annunciare il supporto per Windows MultiPoint Server 2010 con HP MultiSeat, una soluzione shared resource computing completa attualmente in fase di implementazione presso alcuni clienti in tutto il mondo.

Oltre alla collaborazione con HP e DisplayLink, Microsoft è lieta di annunciare nuove partnership con NComputing, ThinGlobal, Tritton e Wyse con l’obiettivo di fornire un numero sempre maggiore di opzioni hardware per Windows MultiPoint Server a livello globale. A livello locale Microsoft collabora con un’ampia gamma di OEM, quali Howard, Positivo, Seneca Data e Tarox, per ampliare ulteriormente la scelta disponibile a clienti con le più disparate esigenze.

Leggi anche:  I dati si muovono, i confini dei data center con essi

Anche fornitori di software quali AB Consulting, LanSchool Technologies e NetSupport, svilupperanno applicazioni in grado di estendere la piattaforma Windows MultiPoint e fornire a insegnanti e studenti gli strumenti di gestione delle attività in aula e altre tecnologie mirate alla didattica.

Il supporto di una rete di partner così ampia facilita le scelte di acquisto di soluzioni Windows MultiPoint Server e di contenuti ottimizzati per le specifiche esigenze legate alla lingua, ai programmi didattici e ad altri aspetti dell’insegnamento.

Una soluzione alla portata delle scuole

I clienti in tutto il mondo hanno accolto positivamente Windows MultiPoint Server 2010 e stanno già sperimentando i vantaggi offerti da questa soluzione economicamente conveniente. Con la riduzione delle spese iniziali di acquisto dell’hardware e delle spese operative (legate ai costi di gestione e manutenzione), le scuole possono consentire a un numero maggiore di studenti di accedere agli strumenti informatici nello svolgimento della didattica, utilizzando risorse esistenti.

Con la familiare interfaccia utente basata su Windows del computer host, gli insegnanti possono impostare attività didattiche personalizzate sulle esigenze della classe. Gli studenti possono lavorare su progetti individuali seguendo il proprio ritmo di apprendimento, con la possibilità di trovare, utilizzare e condividere informazioni in modo semplice ed efficace, migliorando il rendimento e l’esperienza personale di apprendimento. Progettato per insegnanti che non hanno specifiche competenze informatiche, Windows MultiPoint Server 2010 assicura semplicità di configurazione, gestione e utilizzo.

“Grazie a Windows MultiPoint Server possiamo offrire accesso ai computer a più studenti, nonostante il budget riservato alla tecnologia sia estremamente ridotto”, ha commentato Cary Petersen, direttore IT di Jefferson County Public Schools. “Gli insegnanti possono facilmente predisporre programmi personalizzati per singoli studenti e aiutarli a procedere al loro ritmo.

Leggi anche:  Per Enegan fatturazione e Disaster Recovery in Cloud con Bridge Consulting | Kirey Group

Gli studenti hanno la possibilità di sviluppare le competenze tecnologiche utili non solo a migliorare la loro attività scolastica presente, ma anche a prepararli per la futura vita accademica e professionale. Inoltre, il sistema è facile da configurare e gestire, con meno lavoro per il reparto IT”.