VeriFone: una voce in più a sostegno del No Cash Day

“Oggi più che mai è appropriato far notare che al denaro contante sono associati costi di gestione non trascurabili per il sistema paese quali conteggio, trasporto, rischio di furti, il costo dell’evasione fiscale”, afferma Imanuel Baharier di VeriFone. “La tecnologia è sicuramente un elemento abilitante in grado di accelerare il processo di migrazione dal “cash” al “no cash”, proponendo soluzioni integrate per il pagamento elettronico in ambiti dove ancora questo non è presente, e al tempo stesso sfruttare le stesse tecnologie per offrire prestazioni a valore aggiunto”.

Considerate le iniziative che a tal proposito prendono piede anno su anno anche sul territorio italiano, come ad esempio il No Cash Day o War on Cash, VeriFone intende supportare il cambiamento come partner tecnologico affidabile soprattutto per le esigenze di ottimizzazione dei costi e dei tempi, anche sensibilizzando consumatori e commercianti sull’utilizzo del denaro elettronico.

All’esigenza di incentivare l’utilizzo della carta di credito o di debito a dispetto dei contanti per tutti quei pagamenti di piccolo importo, che nel prossimo futuro potranno essere effettuati tramite le carte contactless ed i terminali POS in grado di gestirle, VeriFone risponde con terminali multimediali e dotati di tecnologia NFC per pagare direttamente con il cellulare. Avere a disposizione una singola interfaccia contactless attraverso un unico investimento garantisce ritorni nel futuro e risposte immediate ai cambiamenti del mercato.

“La tecnologia offre tantissimi altri vantaggi in materia di moneta elettronica: contestualmente al pagamento infatti è possibile vendere o acquistare servizi che sono ormai parte della nostra vita quotidiana, rafforzando la tendenza al “no cash” ben oltre il suo puro senso materiale e diventando una modalità di interazione rapida, efficace e sicura”, conclude Baharier.

Leggi anche:  Prevedere con certezza la tassazione è un incentivo all’imprendere