Fortinet si può dare di più

Fortinet si può dare di più

Milionesima appliance venduta e risultati positivi nel terzo trimestre dell’anno. Per migliorare la sicurezza e l’intelligence, le nuove funzionalità di FortiOS 5.0

E’ un momento favorevole per Fortinet (www.fortinet.it), che non solo ha annunciato di aver venduto la milionesima appliance, trascorsi dieci anni dall’introduzione delle prime apparecchiature multifunzionali – a conferma del proprio status di realtà di primo piano nel campo della sicurezza e delle soluzioni UTM – ma ha anche chiuso il suo terzo trimestre dell’anno con risultati positivi.

La società ha infatti totalizzato revenue per 136,3 milioni di dollari (+17% sui 116,4 dell’identico periodo 2011), fatturando 145 milioni (+22% sui precedenti 118,4) e ottenendo su base gaap un utile operativo di 25,8 milioni, con un margine operativo del 19% (contro 26,2 e 22%), un utile netto di 17,2 milioni (contro 17,9) e un utile netto diluito per azione di 0,10 dollari (rispetto a 0,11). Dati messi in fila da Joe Sarno, regional sales vice president di Fortinet, che ha posto in risalto come Fortinet possa contare su una forte presenza locale in ambito EMEA, coprendo direttamente oltre 70 nazioni – con più di 300 dipendenti, oltre che su un solido network di partner e su investimenti in crescita in aree territoriali strategiche, fra cui Europa dell’Est, Regno Unito, Medio Oriente, Africa e Portogallo – e annoverando oltre 5mila rivenditori in 43 Paesi.

Un universo in crescita, in cui non manca l’Italia e rispetto alla quale, Sarno ha precisato l’intenzione dell’azienda di aumentare del 20% la propria struttura per il 2013.

Il tutto al fine di rispondere tempestivamente ai trend in atto, che per Sarno nel campo del network sono la connettività di Rete che si muove sempre più verso i 10G, la richiesta di wireless ovunque, l’incremento del fenomeno del BYOD e delle mobile devices in ogni contesto, la richiesta di contenuti video e audio e l’affermazione dell’IPv6. Nell’ambito della security, Sarno vede primeggiare la visibilità del traffico, l’accuratezza nell’individuazione delle minacce, l’esplosione delle policy aziendali e dei log, l’aumento di threats scale.

Leggi anche:  SAP amplia il programma People to Work by SAP

«Trend cui Fortinet replica con il lancio di FortiOS 5.0, ultima versione del proprio sistema operativo, contraddistinto dalla volontà della società di dare “di più” – ha evidenziato Sarno – in termini di sicurezza, controllo e intelligence, in particolare per proteggere le imprese dalle attuali minacce avanzate e rendere più sicura la gestione degli ambienti BYOD».

Ecco quindi, inseriti nel nuovo sistema, oltre 150 funzionalità e miglioramenti, come il livello di security, una funzione di client reputation, con cui poter classificare la sicurezza di ogni dispositivo sulla base di una serie di comportamenti, e una soluzione di protezione multilivello dal malware.

Un maggior controllo dei device mobili e degli ambienti BYOD si ottiene, invece, tramite la possibilità di identificare dispositivi con specifici criteri di accesso, oltre che attraverso dei profili di sicurezza, fondati sul tipo di dispositivo, sulla posizione e sull’uso.