EMSISOFT: TEMPI DURI PER IL MALWARE


Il panorama delle realtà attive nel nostro Paese nella sicurezza informatica si arricchisce di un ulteriore soggetto, forte di una presenza conclamata nelle vendite online (in Usa, Germania, Austria e anche in Italia), ma che ora intende approcciare con le forme di vendita tradizionali (avvalendosi dell’intera linea distributiva) il nostro mercato e quello della vicina Svizzera Italiana, per farne anche la base di partenza per espandersi nel Sud Europa (Spagna, Portogallo e Grecia).

Si tratta di Emsisoft (www.emsisoft.com), società austriaca fondata nel 2003 da Christian Mairoll e che può vantare ad oggi 5 milioni di utenti nel mondo. Numero destinato a lievitare con l’apertura a Treviglio (BG) di Emsi Security South Europe, affidata alle esperte mani di Roberto Puma quale managing director.

Il tutto puntando soprattutto a far conoscere e apprezzare Emsi Anti-Malware 5.0, soluzione integrale per far fronte a ogni tipo di codice maligno, capace di prevenire ed eliminare il malware. Un prodotto (al momento in versione consumer, ma da inizio 2011 previsto pure in tipologia business), che si distingue non solo per la grande efficienza, spiega Puma, specie a livello preventivo, poiché utilizza due diversi motori di scansione per proteggere il Pc, ma anche per la notevole leggerezza, a beneficio delle prestazioni del computer stesso.

Una soluzione molto valida, in virtù di tecnologie behavior-based all’avanguardia, con cui la società conta di farsi valere in un contesto assai competitivo, sottolinea sempre Puma. Ciò grazie inoltre «a una politica di canale aggressiva, sia dal punto di vista del prezzo che da quello del margine per i partner», oltre che ad accordi con importanti entità dell’ambito distributivo.

Leggi anche:  Sicurezza e AI, binomio imprescindibile