SAMSUNG, OBIETTIVO B2B

pp_9 
A lato di un incontro con i partner, Carlo Barlocco, vice president, responsabile divisione It e telefonia mobile, spiega le intenzioni della società verso il mondo delle imprese

 

Samsung (www.samsung.com/it) si sta focalizzando anche sul mercato B2B, «perché ci siamo accorti di avere un’offerta tailor made verticale – afferma Carlo Barlocco, vice president – Telecom and Network & It division di Samsung Electronics Italia – e la nostra offerta ci permette la convergenza della componente It con quella della telefonia mobile, gli smartphone, potendo proporci all’utente con un unico brand, che dà vantaggi nell’integrazione».

Secondo Barlocco, l’approccio B2B, diversamente che nel consumer, nasce dal raccogliere le esigenze dell’utente finale per poi costruire la soluzione hardware e software più adatta. «Samsung è proprietaria dell’hardware, di parte del software e sta facendo una serie di accordi con produttori di software per soluzioni specifiche, come per esempio l’imaging».

La divisione focalizzata sul mercato B2B «che integrerà le offerte notebook e smartphone, lavorerà per accrescere la nostra presenza nelle grandi aziende e nella Pubblica amministrazione». Per raggiungere questo obiettivo la business unit ha affidato ad Antonio La Rosa la direzione e il coordinamento di una forza vendite di circa 40 persone, di queste 15 attive nel presales. «Con questa struttura faremo azioni di demand generation, poiché operiamo solo attraverso il canale in quanto i prodotti vengono venduti integrati con i servizi e il post vendita, forniti dai partner. Per un rapporto semplificato abbiamo anche creato un sito dedicato esclusivamente al canale».

Tutto ciò «è supportato da investimenti in R&D, cui è dedicato un terzo del personale a livello mondiale con anche un centro di design, perché pensiamo che la tecnologia debba essere anche gradevole. La ricerca e sviluppo per noi è importante – puntualizza Barlocco -: negli anni abbiamo registrato più di 180mila brevetti; in questo ambito siamo secondi solamente a IBM».

Leggi anche:  Minsait: nuova sede a Roma più sostenibile e adeguata alle nuove modalità di lavoro

Sempre in ottica B2B Samsung sta preparando una riorganizzazione dei servizi di assistenza post vendita studiati apposta per le imprese. «La formula del pick up & return in 5 giorni è ottima per il mercato consumer, ma non per le imprese. Vogliamo poter garantire livelli di servizio nell’ordine di ore», specifica il manager.

Nel frattempo l’offerta è in continua evoluzione sia in ambito consumer, sia B2B, «e per quanto riguarda gli smartphone a breve lanceremo un nuovo prodotto con un processore a 1 GHz che ha la caratteristica di avere un display molto più luminoso degli altri sul mercato senza che ciò incida sul consumo della batteria», conclude Barlocco che anticipa anche il lancio a settembre di Samsung Apps Store, attualmente in fase di test nel nostro Paese, ricco di applicativi.