Google svela il “Cartografo” per le mappe indoor

Big G ha realizzato un nuovo strumento per mappare ambienti interni in tempo reale. Ecco come funziona

Molti conosceranno Trekker, il famoso zaino che indossano i responsabili di Google per catturare foto in zone difficoltose (o pedonali) da inviare a Street View per mappare il mondo. Si tratta di uno strumento adatto ad una ripresa esterna, vista la strumentazione di cui è dotato. M il nuovo business di Google è quello di mappare anche ambienti interni, che si tratti di luoghi pubblici o attività. Ecco allora il “Cartographer”, un nuovo zaino per scattare foto per StreetView Indoor in maniera più confortevole.

Senza segreti

Il cartografo utilizza un processo conosciuto come “localizzazione simultanea e mappatura” (SLAM) che permette di costruire foto tridimensionali di nuovi luoghi mentre si cammina (di solito è utilizzata da macchine radiocomandate o robot), senza necessità di aspettare ogni singola acquisizione. In questo modo ci si può spostare in luoghi come hotel e musei senza paura di portarsi dietro oggetti delicati e argenteria, lasciando che SLAM faccia il suo lavoro. Google ha spiegato a Techcrunch come ogni collaboratore che mappa ambienti interni ha con sé un tablet connesso al sistema su cui annotare punti di interesse che saranno poi riprodotti sulla mappa. Uno dei primi esempi di mappatura degli interni con Cartographer è la sezione dell’aviazione del Deutsches Museum di Monaco.

Leggi anche:  Amazon: nuova gamma di dispositivi Echo e nuove funzionalità per Alexa