Amazon vuole gestire da sé le spedizioni

Amazon logistica spedizioni

Amazon starebbe lavorando a un nuovo progetto per gestire in autonomia la logistica delle spedizioni ora affidata a partner come Ups

Amazon è decisamente la piattaforma di e-commerce più utilizzata al mondo e ora ha deciso di liberarsi di alcuni partner ingombranti. Secondo quanto riferisce Bloomberg, l’azienda di Seattle vorrebbe gestire da sé la logistica delle spedizioni e abbandonare la collaborazione con Ups e FedEx. La notizia sarebbe stata confermata da alcuni documenti interni entrati in possesso della rivista statunitense.

Il progetto “Dragon Boat” prevederebbe la costituzione di una divisione per la gestione della rete globale di consegne in grado di controllare il passaggio dei prodotti dalle aziende in Asia fino ai clienti di New York e Londra. Amazon, che ha presentato un nuovo motore grafico gratuito chiamato Lumberyard, non ha ovviamente confermato di voler gestire in autonomia la logistica delle spedizioni ma ci sono molti indizi in tal senso. Il colosso dell’e-commerce ha dimostrato interesse nel noleggio di aeroplani e ha ottenuto la licenza per il trasporto marittimo. Con il nuovo sistema, le aziende situate in Cina e India potrebbero noleggiare i mezzi di Amazon per trasportare le proprie merci e imbarcarle su navi e aerei noleggiati dalla società guidata da Jeff Bezos, che nel frattempo ha registrato enormi progressi nel settore dei vettori spaziali riutilizzabili. Grazie a “Dragon Boat” Amazon riuscirebbe non solo a tagliare i costi ma anche a rendere più efficiente tutto il sistema di logistica.

Leggi anche:  Maticmind acquisisce Zeta srl