Una backdoor di WhatsApp mette a rischio la privacy delle chat

telegram whatsapp

WhatsApp presenta una backdoor che permette di accedere alle chat. Facebook sarebbe a conoscenza del problema ma non sembra particolarmente preoccupato

WhatsApp ha introdotto la crittografia end-to-end per proteggere la privacy dei suoi utenti dagli hacker e dallo spionaggio governativo. L’app di messaggistica ha anche promesso che almeno per ora non condividerà alcun dato personale con la casa madre Facebook. La stessa azienda in teoria non può avere accesso a questi dati. In realtà secondo una ricerca pubblicata oggi dal The Guardian ha messo in luce che il sistema di sicurezza utilizzato da WhatsApp non è così sicuro come possa sembrare.

Tobias Boelter, ricercatore dell’Università di Berkeley in California, afferma di aver scoperto all’interno dell’app una backdoor che permetterebbe a Facebook e a terzi di accedere alle chat e ai contenuti scambiati dagli utenti. La vulnerabilità sarebbe inoltre connaturata al protocollo di crittografia scelto da WhatsApp. In sostanza la backdoor sarebbe uno strumento creato volontariamente dall’app, che dovrà sottostare a regole più stringenti sulla privacy da parte dell’Unione Europea. Bolter ha afferma di aver segnalato il problema a Facebook lo scorso aprile e il social network ha confermato di esserne già a conoscenza in quanto si tratta di “un comportamento atteso”. Chiudere la backdoor, che ancora funzionante tutt’oggi, non è quindi una priorità.

Leggi anche:  Dispositivi a rischio con WhatsApp: i consigli per proteggersi