Droni ambulanza: al pronto soccorso si andrà in volo

Una compagnia del Texas mostra il concept di un elicottero senza pilota in grado di trasportare i feriti prelevandoli da aree poco accessibili

Tutto molto futuristico ma anche possibile. Argodesign, compagnia di Austin, in Texas, ha mostrato per la prima volta il suo concept di drone ambulanza, un elicottero senza pilota in grado di trasportare feriti da aree disastrate, fino al più vicino ospedale. I benefici di un mezzo del genere, di cui non esiste ancora un prototipo, sono diversi, a partire dalla possibilità di atterrare in poco spazio, viste le dimensioni ridotte, a differenza di un comune elicottero. Sappiamo bene quanto sia complicato, soprattutto in zone critiche, raggiungere eventuali superstiti in tempi ragionevoli con le attuali soluzioni di trasporto. Grazie al pilotaggio automatico da remoto, il drone texano semplificherebbe la questione, raccogliendo le persone e portandole al più vicino punto di soccorso.

Dalla teoria alla pratica

Certo, non mancano gli interrogativi. Prima di tutto: in assenza di un conducente o di infermieri a bordo, l’UAV risulta praticamente inutile in situazioni che vedono contesti con feriti privi di sensi e dunque impossibilitati a salire da soli sul drone (ed è per questo che si potrebbe pensare almeno alla presenza di un dottore in volo). Inoltre, vista la maggiore leggerezza rispetto a un veicolo classico, Drone Ambulance avrebbe qualche difficoltà a sorvolare aree impervie, in condizioni climatiche sfavorevoli. Si tratta comunque di un punto di inizio, almeno su carta che, secondo il fautore Mark Rolston, non può che migliorare: “Si tratta solo di un’idea ma è interessante considerare dove macchine simili possono arrivare”. Stando ad Argodesign, per realizzare il velivolo servirebbero circa 1 milione di dollari, decisamente di più del dotarsi di normali ambulanze. Ma la questione non è solo economica, visto l’obiettivo di assicurare soccorsi più agili per una vasta scala di interventi.

Leggi anche:  La Cina riconosce i cittadini da come camminano