Nuova nomina per Ayming

Bruno Carnesecchi è International HR Manager South Region

Ayming, gruppo internazionale di Business Performance Consulting, annuncia la nomina di Bruno Carnesecchi in qualità di International HR Manager – South Region – Spain, Italy, Portugal, China.

Carnesecchi, nato a Varese nel 1973, 3 figli, una laurea in Psicologia conseguita presso l’Università di Padova e un master in HR ottenuto a Madrid presso il Centro Europeo Garrigues, vanta un curriculum internazionale: le sue esperienze professionali, sempre nell’ambito delle Risorse Umane, toccano aziende quali Hp, KA, Pull&Bear (Gruppo Inditex), Canon e, da ultime, le Nazioni Unite-World Food Programme.

Il manager arriva a ricoprire una posizione di nuova creazione, all’interno di Ayming: prima, infatti, le attività oggi di competenza di Carnesecchi erano gestite direttamente dall’headquarter di Parigi. Carnesecchi riporta direttamente a Tiphaine Verneret Group HR International Director, mentre le Risorse Umane che a lui faranno riferimento sono 70 in Italia, 150 in Spagna, 20 in Portogallo e 10 in Cina.

Diversi gli obiettivi che Bruno Carnesecchi intende perseguire nel 2017: tra i principali, contribuire a supportare, attraverso la valorizzazione del personale, il business dell’azienda e selezionare e far crescere, all’interno di Ayming, i migliori talenti. “A questo scopo, rilanceremo la valutazione dei risultati ottenuti – attraverso il Performance Appraisal – e implementeremo un Personal Development Plan, in modo da supportare le nostre risorse nella loro crescita negli ambiti a ognuna di loro più congeniale; le imprese oggi non necessitano solo di competenze ‘verticali’ dei propri professionisti, ma di expertise che si possano espletare anche a livello trasversale”.

Altro obiettivo di Carnesecchi è relativo al rilancio del progetto ‘Ayming Development People’, ossia la costruzione di una job architecture che consenta di mappare tutto il personale aziendale e che garantisca flessibilità nell’azione e permetta di individuare le eventuali posizioni che il personale può andare a ricoprire, fornendo il relativo supporto. “Sono infatti convinto – afferma il manager – che non sia più il tempo delle ‘job description’, bensì dei ‘job role’, ossia di posizioni per le quali sia possibile indicare la mission, le attese, il contributo che è possibile fornire, in modo allargato e funzionale al business”.

Leggi anche:  DigitalisNext: appuntamento il 14 giugno

Elemento fondante di tutti gli obiettivi dell’International HR Manager è l’individuo, che può esprimere una crescita personale e professionale all’interno della comunità Ayming, diventando promotore di se stesso attraverso scelte supportate dall’azienda. Conclude Carnesecchi “alla base di tutto il lavoro che svolgerò per Ayming risiede un concetto per me di fondamentale importanza: far crescere il business facendo crescere le persone.”

“Siamo felici che Bruno sia oggi parte di Ayming – aggiunge Giovanni Grillo, Partner and International Managing Director di Ayming  – grazie all’introduzione della figura dell’International HR Manager, in supporto fattivo al business, Ayming potrà crescere ulteriormente nei prossimi mesi, attraendo anche nuovi talenti”.