Exprivia: in crescita ricavi e redditività

DATA4: al via il progetto di espansione nel Sud Europa

Il Consiglio di Amministrazione di Exprivia ha approvato in data odierna il Resoconto intermedio di gestione al 30 settembre 2017, redatto secondo i principi contabili internazionali (IAS/IFRS) ed in particolare con il principio IAS 34 – Bilanci Intermedi.

I primi nove mesi dell’anno confermano la crescita a due cifre dei ricavi ed un buon incremento di marginalità. I ricavi consolidati ammontano a 114,8 mln di Euro, in crescita del 12,9% rispetto allo stesso periodo del 2016, l’EBITDA adjusted (*) sale a 10,1 mln, pari all’8,8% del valore della produzione, rispetto a 8,3 mln del 2016.

In Italia i settori delle Utilities, dell’Energy e del Public Sector segnano crescite importanti, rispettivamente +51,3% (include la performance delle commesse Business Process Outsourcing avviate nell’anno), +20,0% e +11,4%. Crescono i settori del Banking, Finance & Insurance, +4,9%, Telco & Media, +4,5%. In forte crescita il settore della Difesa e Aerospazio, con +80%, che rileva anche l’apporto della società ACS acquisita a luglio del 2016. Sostanzialmente in linea con lo scorso anno l’andamento dei settori dell’Industria ed Healthcare; quest’ultimo mitiga nel terzo trimestre il calo registrato nel primo semestre a causa del ritardo nell’assegnazione di importanti commesse.
La posizione finanziaria netta risulta pari a -36,3 mln di euro rispetto a -35,8 al 31 dicembre 2016.

“Siamo soddisfatti – afferma Domenico Favuzzi, presidente e a.d. di Exprivia – di avere confermato per il terzo trimestre consecutivo una crescita sostenuta sulla maggior parte dei mercati in cui opera il gruppo, e a due cifre su mercati strategici come Energy, Utilities e Aerospazio. Crescita sostenuta peraltro da un miglioramento della redditività. Ciò ci consente di guardare con fiducia al prossimo futuro e alle le sfide che ci attendono. Il progetto di accorpamento nella capogruppo delle maggiori controllate, con lo scopo di semplificare la governance si completerà entro la fine di novembre. Contestualmente stiamo fissando le date per il closing, entro la fine dell’anno, della operazione di acquisizione del controllo di Italtel, come annunciato.”

Leggi anche:  Minsait, l’innovazione che lascia il segno

Risultati Consolidati dei primi nove mesi 2017

Nel 2017 i ricavi consolidati ammontano a 114,8 mln di Euro rispetto a 101,7 mln del 2016 (+12,9%).

L’EBITDA adjusted consolidato è pari a 10,1 mln di Euro, l’8,8% dei ricavi, rispetto ai 8,3 mln dello scorso anno.

L’EBITDA consolidato è pari a 5,8 mln di Euro.

L’EBIT adjusted consolidato è pari a 6,5 mln di Euro rispetto ai 4,9 mln del 2016.

L’EBIT consolidato è pari a 2,2 mln di Euro.

L’utile ante imposte adjusted si attesta su un valore di 4,5 mln di Euro, 3,9% dei ricavi, rispetto allo 2,8 mln del 2016. Il risultato ante imposte è pari a -0,7 mln di Euro.

La Posizione Finanziaria Netta al 30 settembre 2017 è negativa per 36,3 mln di Euro. Al 31 dicembre 2016 era negativa per 35,8.

Il Patrimonio Netto del Gruppo al 30 settembre 2017 è pari a 73,3 mln di Euro rispetto ai 74,7 mln al 31 dicembre 2016.

Risultati della Capogruppo

I ricavi sono pari a 50,6 mln di Euro in aumento del 12,6% rispetto al 2016 (45,0 mln).

L’EBITDA è pari a 4,5 mln di Euro in aumento del 47,9% (3,0 mln nel 2016).

L’EBIT è pari a -0,04 mln di Euro, – 1% dei ricavi (1,9 mln nel 2016).

L’utile ante imposte si attesta ad un valore di 2,5 mln di Euro rispetto ai 4,0 mln del 2016.

La Posizione Finanziaria Netta al 30 settembre 2017 è negativa per 28,7 mln di Euro, rispetto ai –27,1 mln del 31 dicembre 2016.

Il Patrimonio Netto al 30 settembre 2017 è pari a 70,2 mln di Euro rispetto ai 68,5 mln del 31 dicembre 2016.

Leggi anche:  Al Salotto del MIX si parla di futuro (e di passato)

Sul risultato netto della Società pesa l’effetto della adesione alla procedura di definizione agevolata delle controversie tributarie nella controllata Exprivia Enterprise Consulting, per complessivi 4,0 mln di euro, di cui 1,8 mln già rilevati al 30 giugno 2017.

L’EBIT adjusted è pari a 3,6 mln di Euro, il 7% dei ricavi.

L’utile ante imposte adjusted si attesta su un valore di 6,5 mln di Euro, il 13% dei ricavi.