Juniper Networks presenta i nuovi Bots per reti sempre più autonome

Juniper Networks presenta i nuovi Bots per reti sempre più autonome
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

L’ampliamento del portfolio Contrail e l’aggiornamento al Juniper Extension Toolkit accelerano l’adozione del networking intent based

Juniper Networks annuncia Juniper Bots, una serie di nuove applicazioni che semplificano la gestione di rete traducendo semplici intenti in reali processi automatizzati e consentendo alle imprese e ai service provider di avvicinarsi alla realizzazione delle promesse della Self-Driving Network. Fa parte dell’annuncio anche una serie di aggiornamenti a Juniper Extension Toolkit.

Con l’avvento di diverse condizioni operative che devono servire una molteplicità di applicazioni che spesso risiedono in ambienti multi-cloud, le reti sono diventate sempre più complesse. Per rispondere alle richieste di consumatori e imprese, gli operatori devono investire per potenziare le infrastrutture e mantenere allo stesso tempo il controllo dei costi. Per automatizzare, però, devono essere utilizzati linguaggi di programmazione complessi e sviluppatori molto capaci e la tecnologia sottostante ha fatto solo pochi passi verso la semplificazione dell’interazione uomo-macchina. Per questo motivo l’adozione dell’automazione di rete ha subito un rallentamento: lo conferma un recente studio Juniper Networks, che ha chiesto a clienti e partner di indicare le principali barriere all’automazione:

  • il 43% sostiene che la carenza di competenze interne ostacola l’adozione dell’automazione di rete
  • il 33% indica come ostacolo alle iniziative di automazione la mancanza di una soluzione completa.

A causa di limitazioni tecnologiche, gli operatori di rete sono tradizionalmente in grado di analizzare solo una piccola parte dei dati disponibili sulla rete. Nel tentativo di definire i comportamenti in maniera più precisa, per decenni il networking ha utilizzato metodi manuali applicati dispositivo per dispositivo, una configurazione per volta. Per risolvere queste problematiche Juniper ha presentato Contrail Intent Bots e AppFormix Analytics Bots, che trasformano totalmente il modo in cui gli operatori interagiscono con la rete.

News Highlight:

  • Juniper Bots è un ecosistema crescente di nuove applicazioni focalizzate sulle intenzioni e sulle analisi che automatizzano i flussi e spezzano il ciclo dei complessi strumenti di automazione. I bot, che utilizzano le piattaforme Contrail e AppFormix, incorporano analisi real time progettate per tradurre i requisiti di business di alto livello (il “cosa”) in modifiche di configurazione automatiche sulla rete (il “come”). I nuovi bot sono:
    • Contrail PeerBot, che automatizza il processo di peering di rete, gestendo molteplici router BGP e il complesso sistema di policy-enforcement, per semplificare l’applicazione delle policy stesse e la scalabilità on-demand
    • Contrail TestBot, un’applicazione che fa parte del più ampio impegno di Juniper mirato ad aiutare gli operatori di rete ad adottare l’approccio DevOps per Continuous Integration/Continuous Deployment, e automatizza il continuo cambiamento dei processi di design, provisioning e deployment nella rete
    • AppFormix HealthBot è un “fitness tracker” della rete basato sul machine learning che utilizza AppFormix per raccogliere dati in tempo reale per ricavare insight. HealthBot traduce la ricerca di errori, la manutenzione e le analisi real time in una soluzione intuitiva fornendo agli operatori informazioni sullo stato di salute generale della rete.
  • Aggiornamento di Juniper Extension Toolkit (JET). Juniper ha esteso l’esistente framework API di controllo e gestione di JET anche al data plane per consentire agli sviluppatori di creare applicazioni plane sui router Juniper vMX e MX Series 3D Universal Edge con accesso diretto. Usando JET gli sviluppatori hanno accesso a funzioni avanzate di programmabilità di rete con Junos OS, fornendo un controllo che va al di la del silicio con cui sono costruiti gli edge router più programmabili oggi sul mercato.

“Per qualsiasi impresa, service o cloud provider, gestire una rete è una delle funzioni IT più onerose. Che si tratti di ordinaria manutenzione, di trasferire i workload nel cloud o di  lanciare nuovi servizi, ogni passo ha sempre richiesto estrema attenzione ai dettagli e innumerevoli ore di pianificazione ed esecuzione. Juniper Bots ci avvicina alla nostra vision di Self-Driving Network, una rete che richiede meno interventi umani lasciando il tempo per dedicarsi a iniziative strategiche per l’azienda. Per muoversi alla velocità richiesta oggi dalle imprese, gli operatori di rete devono dedicare meno tempo a regolare leve e manopole e più a interpretare e attivare intenzioni”.  Sally Bament, vice president, service provider marketing, Juniper Networks.

“Questo annuncio va chiaramente nella direzione di ciò che sempre più rappresenterà la priorità per service provider e imprese, l’automazione di rete possibile grazie a machine learning e intelligenza artificiale. Juniper è certamente il primo vendor ad avere fatto passi concreti per rendere la Self Driving Network una realtà” – Rajesh Ghai, Research Director, Carrier Network Infrastructure, IDC.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Categorie: Reti e TLC