Immersio cambia le operazioni di neurochirurgia: a SMAU la realtà aumentata per le sale operatorie

Immersio cambia le operazioni di neurochirurgia: a SMAU la realtà aumentata per le sale operatorie
  • 22
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    22
    Shares

Durante Smau Milano 2018, Immersio presenterà il suo applicativo Immercare per l’utilizzo di realtà aumentata in sala operatoria

Nella cornice di SMAU Milano Immersio, giovane startup di Parma, presenterà un nuovo applicativo per l’utilizzo di realtà aumentata in sala operatoria.

Forte di partnership nazionali e internazionali Immersio porterà questa soluzione in tutte le sale operatorie di Italia per migliorare la qualità delle operazioni al cervello e alla spina dorsale.

Grazie alla tecnologia di Immercare è possibile portare le indagini radiodiagnostiche (Tac e Risonanza magnetica) direttamente davanti agli occhi del chirurgo utilizzando Microsoft Hololens: il primo computer olografico al mondo. Questo consente a chi sta operando di prendere migliori decisioni nella scelta della miglior strategia di ingresso nel cervello del paziente.

“Quello che ci interessa maggiormente è creare un prodotto che dia vero valore sia al medico che al paziente. L’obiettivo è mettere il chirurgo nella condizione di fare operazioni meno invasive per il paziente e questo si traduce nella riduzione dei tempi di recupero e delle complicazioni.” – commenta Matteo Cavalieri, Founder di Immersio – “Solo creando le condizioni per il miglioramento delle condizioni di vita dei pazienti possiamo pensare di avere reale successo.”

Immersio ha ricevuto nel mese di giugno il premio dell’innovazione a SMAU Bologna nella categoria startup industria 4.0. Da allora ha lavorato duro per portare realtà virtuale e aumentata nel mondo della medicina e ImmerCare si preannuncia una soluzione che rivoluzionerà il mondo sanitario.


  • 22
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    22
    Shares
Leggi anche:  Vodafone: al via “Action for 5G”, il primo bando per startup dedicato al 5G