Huawei lancerà presto il suo assistente vocale AI

Huawei lancerà presto il suo assistente vocale AI
Huawei potrebbe essere la prossima azienda a lanciare un assistente vocale

Il mercato è maturo, Alexa e Google lo hanno dimostrato ed è il momento per Huawei di lanciarsi nella mischia

Huawei potrebbe essere la prossima azienda a lanciare un assistente vocale declinato in varie forme. Dallo smartphone agli speaker domestici il passo è breve, soprattutto perché una volta creato il framework, portare le piattaforme altrove è meno difficile di quanto lo sia svilupparle. In un’intervista, l’amministratore delegato della divisione Consumer, Richard Yu, ha affermato: “Stiamo già testando il nostro assistente in Cina e nel futuro potremo portarlo al di fuori del paese. Abbiamo bisogno di più tempo per costruire i nostri servizi di intelligenza artificiale prima di finalizzare il tutto e presentarlo al grande pubblico”.

Non ci sono dubbi dunque sull’esistenza del progetto mentre gli interrogativi riguardano il come e il quando. Il fatto che l’AI della casa parli solo cinese non è un problema, visto che Bixby da un paio di anni oramai conosce solo inglese, coreano e cinese. E non sarebbe così strano aspettarsi una mossa del gigante di Shenzen proprio in territori nemici, per sondare la risposta del pubblico.

Cosa vedremo

Yu ha sottolineato che l’azienda continuerà a lavorare con Google e Amazon per integrare sempre più le piattaforme autoctone con quelle dei sei servizi dei big dell’hi-tech. Non a caso, all’IFA di quest’anno, l’azienda aveva annunciato AI Cube, un dispositivo ibrido, a metà strada tra uno speaker e un router 4G, dotato di Alexa. Ad oggi il gadget è ancora nei lab di Huawei, visto che non se ne conosce uno sbarco definitivo sul mercato ma è probabile che, prima o poi nel 2019, qualcosa di simile arriverà tra noi, con una voce molto diversa da quelle che abbiamo ascoltato sinora.

Leggi anche:  Le nuove funzioni software delle Tesla

Del resto, con Microsoft e Apple (e la stessa Samsung) che sono ancora alla finestra in quanto a smart speaker e assistenti globali, è lecito pensare a una Huawei pronta ad inserirsi nella sfida a due tra Google e Amazon. C’è spazio per concorrere e i consumatori non attendono altro.