Shadow VR è il più serio concorrente di Oculus

Shadow VR è il più serio concorrente di Oculus
Shadow Creator ha annunciato i suoi Shadow VR, visori/occhialini per il VR che fanno a meno di cavi di connessioni e sorgente esterne

Il futuro della realtà virtuale è sempre più wireless: dopo Oculus Go, HTC Vive Focus e l’imminente Oculus Quest la dimostrazione è Shadow

Shadow Creator ha annunciato i suoi Shadow VR, visori/occhialini per il VR che fanno a meno di cavi di connessioni e sorgente esterne. Proprio come Oculus Go, HTC Vive Focus e i prossimi Oculus Quest, anche Shadow promette un’esperienza di qualità in modalità wireless, sicuramente più versatile ed ergonomica. Per arrivare a tale risultato, la compagnia ha piazzato all’interno dei visori un processore Snapdragon 835 e un display da 2.560 x 1.440 pixel con campo visivo di 110 gradi. La costruzione ricorda un po’ tutti i colleghi più famosi, e d’altra parte la fantasia e il design, in questo campo, non possono fare miracoli.

Come funzionano

Seguendo il trend del mercato, Shadow incorpora una serie di sensori stereoscopici sul lato anteriore, per consentire il rilevamento dei movimenti. Ciò, nonostante l’assenza di performance paragonabili a visori potenziati dai computer, dovrebbe permettere comunque ai VR di restituire un’esperienza virtuale degna di questo nome, quasi sicuramente identica a quella della concorrenza senza fili.

Non a caso, lo Snapdragon di bordo è lo stesso un po’ ovunque, quindi non c’è da attendersi grandi colpi di coda. A questo punto, riportiamo il prezzo e la data di uscita. Shadow VR vedrà la luce, negli USA, a 399 dollari, con una disponibilità partita ieri, 11 novembre. Con una lista crescente di decine di aziende che lavorano al fianco dei big del settore per il VR, sarà interessante vedere se il mercato sarà davvero pronto al grande salto nel 2019.

Leggi anche:  Ikea produrrà più energia di quanta ne consuma entro il 2020