L’Open Source Lab per la Mobilità Sostenibile

L’Open Source Lab per la Mobilità Sostenibile

L’Open Source Lab dà una rotta alla mobilità del futuro

Mercoledì a Berlino sono stati avviati i primi dialoghi nell’Open Source Lab per la Mobilità Sostenibile. Finanziato dal Consiglio di Sostenibilità del Gruppo Volkswagen, ha un programma di ricerca indipendente ed è obbligato a pubblicare i risultati delle proprie indagini e altri risultati.

“All’interno del Consiglio di Sostenibilità, l’idea è stata quella di creare una piattaforma aperta di dialogo sul futuro della mobilità” ha affermato Gesche Joost, professoressa all’Università di Arte e membro del Consiglio di Sostenibilità Volkswagen. All’evento di lancio, esperti nazionali e internazionali provenienti da vari ambiti – ricerca, organizzazioni non-profit, startup e aziende – hanno parlato di mobilità sostenibile.

L’Open Source Lab si basa su un approccio cooperativo fondato sul concetto di rete. L’obiettivo è facilitare la ricerca interdisciplinare e un ampio dialogo sulla mobilità sostenibile, coinvolgendo il pubblico e vari stakeholder. Il lavoro è basato su una più ampia comprensione della mobilità e include temi come governance, pianificazione urbana e giustizia sociale.

L’Open Source Lab per la Mobilità Sostenibile è realizzato dal Centro tedesco di Ricerca per l’Intelligenza Artificiale (DFKI GmbH) ed è ubicato nel campus dell’EUREF, nel centro di Berlino.

Leggi anche:  Open Source, una scommessa vincente