Flickr permette di scaricare le proprie foto fino al 12 marzo

flickr

Flickr estende fino al 12 marzo la possibilità di scaricare le foto salvate sulla piattaforma se non si vuole sottoscrivere l’abbonamento annuale

Flickr ha deciso di utilizzare il bastone e la carota con gli utenti che utilizzano la piattaforma in formato gratuito dopo il cambio di proprietà. Chi dispone di più di mille foto dovrà infatti sottoscrivere obbligatoriamente un abbonamento per poter accedere a uno spazio illimitato ma nello stesso tempo chi invece non ha nessuna intenzione di pagare potrà comunque scaricare i propri contenuti prima della cancellazione non più entro il 5 febbraio ma fino al 12 marzo prossimo. “Sulla base dei riscontri dei nostri membri e delle complicazioni che alcuni di loro hanno riscontrato durante il download delle foto, abbiamo deciso di estendere i tempi”, ha spiegato Scott Kinzie, vicepresidente di SmugMug, azienda che nell’aprile scorso ha acquisito Flickr da Verizon, colosso della comunicazione proprietaria anche di Yahoo!.

Flickr a novembre ha cambiato le proprie policy portando da 1 Terabyte a mille foto il limite massimo di scatti che possono essere archiviati online senza spendere un euro. Proprio per questo motivo gli utenti che hanno superato tale soglia devono necessariamente scaricare e salvare altrove i propri contenuti se non vogliono perderli per sempre. Alternativa è quella di pagare 50 dollari all’anno per caricare tutte le foto e i video che si vuole e scorrere tra i contenuti degli altri utenti senza il fastidio degli annunci pubblicitari.

Leggi anche:  Facebook non cancella le fake news ma le nasconde soltanto