Exprivia: approvata la Relazione Finanziaria Annuale al 31 dicembre 2018

Exprivia: approvata la Relazione Finanziaria Annuale al 31 dicembre 2018

Ricavi e marginalità in crescita, in calo i debiti del gruppo. Favuzzi: “Risultati incoraggianti nel solco del piano industriale”

Il Consiglio di Amministrazione di Exprivia ha approvato la Relazione Finanziaria Annuale al 31 dicembre 2018, redatta secondo i principi contabili internazionali (IAS/IFRS).

Il 2018 è stato il primo anno dell’ingresso di Italtel nel perimetro di consolidamento anche economico del gruppo, a seguito della acquisizione dell’81% del capitale da parte di Exprivia perfezionata alla fine di dicembre 2017. Il 2018 chiude con ricavi a 623,2 mln euro rispetto ai 614,1 mln del pro-forma 2017, EBITDA a 41,8 mln euro (pari al 6,7% dei ricavi) rispetto ai 26,0 mln del pro-forma 2017, EBIT a 21,0 mln euro (pari al 3,4% dei ricavi) rispetto agli 8,7 mln del pro-forma 2017, risultato netto a -0,9 mln euro rispetto a -10 mln nel pro-forma 2017 e Posizione Finanziaria Netta in miglioramento a -214,6 mln di euro rispetto ai -222,8 mln del 2017.

Il risultato netto, negativo per poco meno di un milione sconta gli effetti della instabilità economica dei paesi dell’America Latina e la rilevazione di perdite su cambi per circa 5 milioni di euro.

Il gruppo ha registrato una significativa crescita nel comparto Industria che complessivamente registra un +10% sul 2017. In linea con le aspettative, +2%, la performance nel mercato della Sanità, che vede l’aumento della spesa dei privati quale fattore di crescita e il mercato della Pubblica Amministrazione per le razionalizzazioni nella spesa pubblica. Nel mercato della Finanza e delle Assicurazioni è stata registrata una performance in linea con quella dello scorso anno, come previsto dagli analisti di settore, così come anche in quello del Telco & Media. Stabili rispetto allo scorso anno i risultati nei mercati internazionali, caratterizzati dalla situazione politico-economica, non ancora in ripresa, in alcuni dei paesi dell’America Latina.

Leggi anche:  Norwegian amplia la partnership con Amadeus per supportare la sua strategia di crescita low cost a lungo raggio

Al netto della controllata Italtel, Exprivia chiude il 2018 con ricavi pari a 161,5 milioni di euro, stabili rispetto ai 161,2 milioni del 2017, con EBITDA a 15,9 milioni (+31,4% rispetto agli 12,1 milioni del 2017), EBIT a 11,8 milioni (+80,8% rispetto ai 6,5 milioni del 2017), risultato netto a 4,8 milioni rispetto ai 50 mila euro del 2017. La posizione finanziaria netta è migliorata del 21,6%, a -45,8 milioni rispetto a -58,4 del 31 dicembre 2017.

Italtel chiude il 2018 con ricavi totali pari a 466,0 milioni di euro, in crescita del +1% rispetto ai 458,3 milioni del 2017; EBITDA a 26,1 milioni, quasi raddoppiato rispetto ai 14,8 milioni del 2017; EBIT a 10,4 milioni, più che quadruplicato rispetto ai 2,2 milioni del 2017; risultato netto negativo per 4,8 milioni, principalmente influenzato dalle perdite su cambi, ma in miglioramento rispetto a -10,5 milioni del 2017. La posizione finanziaria netta in lieve peggioramento -168,9 milioni rispetto a -164,5 milioni del 31 dicembre 2017.

In continuità con il “Piano di Performance Share 2018-2020”, predisposto  dal Consiglio di Amministrazione del 28 marzo 2018, ed approvato dalla Assemblea dei Soci, il 27 aprile 2018, il Consiglio in data odierna ha approvato il nuovo  “Piano di Performance Share 2019-2021” che regolamenta l’attribuzione a titolo gratuito di azioni ordinarie di Exprivia riservata ad amministratori, dirigenti con responsabilità strategiche, prime linee aziendali, country manager e persone che ricoprono ruoli chiave della Società e di società controllate del Gruppo sulla base dei risultati che verranno conseguiti nel triennio 2019-2021.

Per tutti i dettagli si rinvia al Documento Informativo che sarà messo a disposizione degli azionisti e del pubblico ai sensi dell’art. 84-bis, terzo comma, del Regolamento Consob n. 11971/1999.

Leggi anche:  EOS ed Etihad Airways Engineering insieme per la stampa 3D industriale

“I positivi risultati raggiunti dal gruppo nel 2018 – afferma Domenico Favuzzi, presidente e a.d. di Exprivia Spa – confermano la bontà delle direttrici del piano industriale basato sull’integrazione delle competenze tra Exprivia e Italtel. Entrambe hanno mostrato di poter sviluppare sinergie in linea con i trend tecnologici globali, dalle numerose declinazioni della robotica industriale, alla intelligenza artificiale applicata ormai a tutti i campi della vita privata e pubblica, come sperimentato al recente Mobile World Congress 2019 di Barcellona, dove il gruppo ha presentato un’ampia gamma di soluzioni per le diverse aree di business presidiate, costruite mettendo assieme competenze e progetti. Oggi ci presentiamo nel panorama nazionale e internazionale con una forza ricca di 4000 qualificate risorse e una presenza in 20 paesi con un’offerta innovativa per estrarre sempre più valore dai dati raccolti e trasmessi dalle nuove reti intelligenti”.

Il CDA odierno ha esaminato ed approvato la Relazione degli Amministratori sul Governo Societario e sugli Assetti Proprietari e la Relazione sulla Remunerazione in conformità al Codice di Autodisciplina delle Società Quotate promosso da Borsa Italiana, la Dichiarazione Consolidata di Carattere Non Finanziario, ai sensi del d.lgs. 254/16, ed ha approvato la proposta di richiedere all’Assemblea degli Azionisti di rilasciare una nuova autorizzazione all’acquisto e alla disposizione di azioni proprie ai sensi degli articoli 2357 e 2357-ter del Codice Civile.

La Società̀ comunica che, in data odierna, il Consiglio di Amministrazione, con il parere favorevole del Collegio Sindacale, ha proceduto a nominare per cooptazione l’ing. Stefano Pileri quale nuovo amministratore, in sostituzione del dott. Filippo Giannelli, dimessosi dalla carica in data odierna per motivi personali, previa positiva verifica dei requisiti prescritti dalle applicabili disposizioni di legge e regolamentari e che resterà in carica sino alla prossima assemblea degli azionisti della Società.

Leggi anche:  Trasformare in modo vincente l'intero business

Il curriculum del nuovo Consigliere è disponibile sul sito internet della Società nella sezione Corporate Governance.

Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, dott. Valerio Stea, dichiara ai sensi del comma 2 articolo 154 bis del Testo Unico della Finanza che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili.

Exprivia parteciperà alla Star Conference, organizzata a Milano da Borsa Italiana, il 20 marzo 2019 e incontrerà gli investitori in una presentazione plenaria in cui verranno approfonditi più in dettaglio i risultati e l’andamento del business del 2018.

Risultati della Capogruppo

I risultati della capogruppo sono riportati per l’anno 2017 nella modalità pro-forma a seguito della avvenuta fusione per incorporazione delle controllate Advanced Computer Systems Srl ed Exprivia Enterprise Consulting Srl.

I ricavi totali sono pari a 142,4 mln rispetto ai ricavi proforma 2017 pari a 142,6 mln.

L’EBITDA è pari a 16,2 mln di Euro in aumento del 33% (12,2 mln dato pro-forma nel 2017).

L’EBIT è pari a 10,1 mln di Euro in aumento del 66% (6,1 mln dato pro-forma nel 2017).

L’utile ante imposte si attesta ad un valore di 7 mln di Euro rispetto ai 2,8 mln dato pro-forma nel 2017.

La Posizione Finanziaria Netta al 31 dicembre 2018 è negativa per 45,4 mln di Euro rispetto a –48,5 mln del 31 dicembre 2017.

Il Patrimonio Netto al 31 dicembre 2018 è pari a 80,4 mln di Euro rispetto ai 73,8 mln del 31 dicembre 2017.