Fastweb sceglie Cisco per potenziare l’infrastruttura di rete per il 5G

Fastweb sceglie Cisco per potenziare la propria infrastruttura di rete per il 5G

Il progetto mira a creare una infrastruttura di rete dinamica, scalabile, sostenibile e dalle elevate prestazioni

Fastweb e Cisco annunciano di aver siglato una partnership, finalizzata all’avvio di un progetto che consentirà di potenziare le funzionalità e performance dell’infrastruttura di rete in fibra ottica di Fastweb, al fine di rispondere alla crescente richiesta di fruizione di video e applicazioni aziendali VPN su banda ultra larga, e al futuro traffico dati 5G.

Il progetto – frutto del solido rapporto di collaborazione tra le due aziende – mira a creare una infrastruttura di rete dinamica, scalabile, sostenibile e dalle elevate prestazioni, attraverso l’introduzione di meccanismi avanzati di automazione in grado di abilitare differenti network slices, ovvero “fette” di rete virtuali funzionali all’adozione delle future applicazioni basate sulla tecnologia 5G.

La componente fondamentale della nuova rete è una tecnologia sviluppata da Cisco (IP overdense multiplexing wawelenght-division – IPoDWDM), che offre un servizio a banda larga caratterizzato dalla massima flessibilità, scalabilità e automazione.

La soluzione consentirà di gestire dinamicamente i dati tra gli utenti e le piattaforme di servizi attraverso la rete in base alle funzionalità e alle esigenze di ciascun servizio specifico, ottimizzando il traffico dati di rete e la disponibilità delle risorse di banda.

La rete sarà quindi adattata per soddisfare le esigenze specifiche dei diversi utenti, favorendo così una crescita sostenibile dell’infrastruttura, in considerazione della sempre maggiore richiesta da parte dei clienti di Fastweb di applicazioni complesse che hanno bisogno di una disponibilità di banda larga sempre più ampia.

Il software Network Service Orchestrator di Cisco permetterà di gestire l’evoluzione della rete di Fastweb, grazie alle funzionalità di automazione e orchestrazione che consentono di creare, riconfigurare e riallocare i servizi stessi.

Leggi anche:  L'Italia viaggia a 200 Gbps con Retelit. Roma e Milano mai così connesse

“Uno dei principali vantaggi del nostro nuovo network è l’automatizzazione della configurazione dei servizi” spiega Andrea Lasagna, CTO di Fastweb. “Questo ci permetterà di ridurre i tempi per il lancio di nuovi prodotti e servizi, ma anche di migliorarne la precisione. Questa soluzione ci consentirà inoltre di ampliare il nostro portfolio di servizi wholesale ad altri fornitori del mercato italiano”.

“Con il nostro software, il network di Fastweb offre una soluzione in grado di soddisfare la crescente domanda di banda larga da parte dei clienti business e consumer a livello metropolitano e/nazionale” spiega Giorgio Pignataro, Sales Director South Europe, Service Provider Media and Broadcaster di Cisco.  “L’operatore tlc si trova ora in una posizione ideale per beneficiare delle opportunità che saranno attivate dai servizi ad altissima velocità a banda ultra larga e 5G.”