Microsoft ha mostrato una demo di Project xCloud

Microsoft ha mostrato una demo di Project xCloud

Redmond avrebbe mostrato agli insider, e a porte chiuse, il suo servizio di streaming videoludico in funzione su uno smartphone Android

Il Project xCloud di Microsoft potrebbe essere molto vicino al lancio. Pare infatti che Redmond abbia diffuso una mini-dimostrazione ad alcuni insider e tecnici del settore, a porte chiuse, mostrando il funzionamento della piattaforma di streaming videoludico a bordo di uno smartphone Android con un controller wireless collegato.

Oggetto della prova il titolo Forza Horizon 4, un gioco che da il meglio di sé con una televisione 4K HDR ma che può girare benissimo anche su uno schermo più piccolo, a patto di avere una connessione wireless come si deve. Certo è che nello studio di Microsoft l’ambiente sarà stato probabilmente ottimizzato per far girare tutto a meraviglia ma Microsoft non potrà mai lanciare ufficialmente una piattaforma che soffra di lag, sebbene la banda larga non sia per nulla una novità negli Stati Uniti, dove Project xCloud potrebbe arrivare in anteprima.

Come sarà

L’idea alla base è la stessa di PlayStation Now, con cui Sony permette di accedere ai giochi PS4 e precedenti anche da PC Windows. Certo è che qui si va anche oltre, portando la Xbox su Android, un parco macchine decisamente molto diffuso e dalle enormi potenzialità di fruizione. Detto questo, Kareem Choudhry, CVP della divisione cloud gaming di Microsoft, ha notato che xCloud funzionerà ovunque ci sia una buona connessione di rete, grazie al cloud Azure di Microsoft. Choudhry non ha specificato la velocità minima per il collegamento ma è evidente che non si potrà andare al di sotto dei 20 o 30 Mbps. Il lancio pubblico di xCloud sarà quest’anno, forse nella seconda parte del 2019, quando cioè anche Google presenterà un progetto simile, nativo Android e ospitato sul cloud casalingo.

Leggi anche:  Facebook Gaming Hub, lo streaming per videogiocatori di Menlo Park