Google ridisegna Android Auto

Google ridisegna Android Auto

A quasi quattro anni dal lancio, Big G ha apportato uno dei principali aggiornamenti per il software pensato per far comunicare smartphone e automobili

La scorsa settimana, Google ha annunciato l’apertura del sistema operativo Android Automotive agli sviluppatori di app. Questa settimana, un giorno prima dell’apertura della conferenza per gli sviluppatori I/O 2019, la società ha annunciato un nuovo design per Android Auto. Il lancio della piattaforma risale al 2015, come app mobile che comunica con un’automobile supportata, sul quale display il software viene replicato nella forma della stessa applicazione.

Android Auto e Android Automotive sono due cose ben diverse, con il secondo che è, concretamente, un sistema operativo pensato apposta per i veicoli e non un mirroring di quello sul telefonino. L’aggiornamento verrà esteso a tutte le auto compatibili entro l’estate, con il vantaggio di rendere l’app più funzionale per una serie di fattori, tra cui la visualizzazione delle informazioni utili a colpo d’occhio e la semplificazione delle attività comuni durante la guida.

Cosa vedremo

Ad esempio, all’avvio dell’auto, Android Auto continuerà a riprodurre i file multimediali e a mostrare l’app di navigazione preferita, in una sorta di continuum con le operazioni precedenti il lancio del software. resta, ovviamente, la possibilità di utilizzare Assistente Google, con i soliti comandi già in uso su smartphone. Oltre ad avere un tema scuro, risalta una nuova barra di navigazione che mostra le indicazioni stradali passo-passo e permette di controllare le altre app o effettuare chiamate su schermo.

Infine, chi dispone di un’auto con uno schermo più ampio, Android Auto ingrandisce il display per mostrare più informazioni così da includere indicazioni stradali maggiori, con i comandi di riproduzione e le icone per le telefonate. Non sappiamo se l’app verrà aggiornata solo negli USA oppure a livello globale.

Leggi anche:  Microsoft sta già testando una versione 2020 di Windows 10