Tenova vende HTC Group a Ningbo Qijing

Tenova vende HTC Group a Ningbo Qijing

L’acquirente è frutto della ricerca di Seta Capital sul territorio cinese

Tenova, una società del Gruppo Techint specializzata in soluzioni innovative per i metalli e le industrie minerarie, ha concluso positivamente la vendita del Gruppo HTC, specializzato in tecnologie avanzate per processi di trattamento termico per componenti.

Nello specifico, il gruppo ceduto comprende quattro società – IVA Schmetz (Germania), Mahler (Germania), Fours Industriels BMI (Francia) e IVA Schmetz Industrial Furnaces (Shanghai) (Cina).

Gli acquirenti sono Qizhi GmbH e Shanghai Qizhi Information Technologies Co., Ltd. (entrambi membri di Ningbo Qijing Holding Co., Ltd.).

“In qualità di azienda esperta nella fornitura di componenti di precisione per diversi settori, riconosciamo nel trattamento termico uno dei processi più critici per i pezzi lavorati di precisione. Riteniamo che il gruppo HTC, con la sua esperienza e gamma di prodotti, abbia le potenzialità per guadagnare spazio e rilevanza in settori in crescita, soprattutto nel mercato cinese” ha affermato Wang Yongqi, presidente di Ningbo Qijing Holding.

“Il gruppo Qijing rappresenta un solido partner industriale, alla ricerca di un eccellente attore tecnologico europeo per espandere il proprio business. Mentre Tenova si concentra sempre più sulle tecnologie verdi per i grandi impianti in acciaio e alluminio, sono convinto che Qijing sia l’acquirente giusto per potenziare lo sviluppo delle aziende HTC, che le valorizzerà e svilupperà il loro pieno potenziale in altri settori”, ha dichiarato Andrea Lovato, CEO di Tenova.

“L’accordo è stato frutto di una lunga negoziazione tra le società e di un lungo processo di approvazione che ha visto coinvolti sindacati ed enti governativi francesi, il governo tedesco e il ministero del commercio cinese. Siamo convinti che le sinergie tra le due società siano importanti e che la vendita sia un accordo win-win tra le parti.” afferma Tommaso Lazzari, Managing Partner di Seta Capital.

Leggi anche:  Gli italiani desiderano una nuova carriera, meglio se nel Tech e all'estero

L’esito positivo del processo di vendita è stato possibile anche grazie a Seta Capital e alla divisione M&A di Unicredit.

Seta Capital è una boutique di Advisory M&A ai primi posti in Italia che si occupa di servizi di investimento e digitali tra l’Italia e la Cina.

Unicredit è una primaria banca che tra le sue attività conta anche una divisione M&A leader nei mercati europei.

Gli studi legali che hanno lavorato all’acquisizione sono per Tenova, lo studio Norton Rose Fulbright mentre per Qijing, lo studio Freshfields.