Con Vikey Lock la porta di casa si apre con il cellulare

Con Vikey Lock la porta di casa si apre con il cellulare

Vikey Lock trasforma le vecchie serrature in dispositivi smart, veloci e sicuri

Gli ospiti hanno smarrito le chiavi o le hanno dimenticate all’interno dell’appartamento e ora non sanno più come entrare? Da oggi tutto questo non sarà più un problema perché Vikey, startup del portafoglio di LVenture Group, lancia Vikey Lock, l’innovativo cilindro che rende l’apertura di case vacanze, hotel e B&B, smart, veloce e sicura, eliminando del tutto le chiavi di casa.

Vikey Lock, pensato per rispondere sempre più alle esigenze degli host, si installa in pochi minuti sulla porta di casa – al posto del cilindro europeo – e rende la serratura completamente digitale, ossia apribile da cellulare.

Il vantaggio per i professionisti del vacation rental è che la nuova tecnologia si integra perfettamente con il sistema Vikey, ossia per ogni prenotazione si crea automaticamente un codice univoco e temporizzato che verrà trasmesso a Vikey Lock per l’apertura a distanza.

Sono diverse le modalità con cui – grazie a Vikey – gli ospiti possono accedere alla struttura: l’host può aprire dall’ app Vikey oppure ricevere sul suo telefono la citofonata dell’ospite e aprire direttamente le porte. Inoltre, grazie al self check-in, gli ospiti possono entrare nell’appartamento in completa autonomia.

In alternativa, i clienti potranno accedere inserendo il codice di prenotazione sul tastierino numerico del Vikey Lock o utilizzando una smart card che a contatto con Vikey Lock sbloccherà l’apertura. Soluzioni utili soprattutto nel caso in non si abbia accesso ad Internet.

La serratura digitale Vikey Lock è compatibile con i prodotti Vikey già in commercio e lavora in sinergia con quest’ultimi. I dispositivi IoT Vikey Mini o Vikey Full si occupano dell’apertura del portone e vengono installate, senza dover richiedere permessi condominiali, all’interno dell’appartamento; mentre per l’apertura della porta di casa si sostituisce il cilindro esistente con Vikey Lock che sarà collegato al dispositivo Full o Mini tramite Bluetooth.

Leggi anche:  AirPods 2 in arrivo ad aprile

Una soluzione più rapida e di minor impatto sulla struttura: prima dell’introduzione di Vikey Lock era necessario invece elettrificare la porta di casa per consentirne l’apertura a distanza.

“Siamo convinti che nel giro di pochi anni le chiavi saranno destinate a scomparire dalle nostre tasche e molti degli aspetti della vita quotidiana e del lavoro saranno gestiti interamente da smartphone” affermano Luca Bernardoni e Matteo Caruso fondatori di Vikey. “Le serrature digitali e il self check-in rivoluzioneranno il settore dell’home sharing. Gli ospiti arriveranno in città, sceglieranno un appartamento e potranno accedere immediatamente con la stessa semplicità con cui oggi si sceglie un film on-demand”.

Ma Vikey non è solo apertura da remoto di porta e portone. Grazie alla piattaforma Vikey accessibile da pc, tablet o da cellulare – si possono gestire tutte le pratiche burocratiche relative all’arrivo degli ospiti. È possibile riscuotere la tassa di soggiorno e altri pagamenti, ricevere i documenti di identità già nel formato compatibile con quello del portale alloggiati della Polizia di Stato, far firmare il contratto e molto altro.

Grazie a Vikey, gli host possono gestire la loro struttura ricettiva ovunque si trovino: al lavoro, al mare o all’estero con incredibili vantaggi in termini di tempo e soldi. Inoltre, l’offerta di un servizio di domotica incide positivamente anche sulle recensioni dei clienti perché si evitano ritardi e perdite di tempo: i viaggiatori una volta arrivati possono dedicarsi subito alla loro vacanza.