Cedacri pubblica il primo Bilancio di Sostenibilità

Cedacri pubblica il primo Bilancio di Sostenibilità

La società ha ridotto dell’14% i consumi energetici e del 13% le emissioni di CO2 rispetto al 2016

Cedacri ha annunciato oggi la pubblicazione del Bilancio di Sostenibilità 2018, prima edizione del documento che integra i risultati finanziari con quelli conseguiti nella sostenibilità socio‐ambientale. La realizzazione del primo Bilancio di Sostenibilità 2018 ha rappresentato per Cedacri un’opportunità di sintesi delle numerose azioni implementate e dei risultati conseguiti dalla società, e ha consentito di fare luce su eventuali criticità e fattori di rischio ancora non coperti da interventi strutturati. Il documento è inoltre funzionale a definire nuovi specifici obiettivi e azioni di miglioramento da completare entro il 2020, facendo riferimento ai 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

In termini di sostenibilità ambientale, l’azienda intende essere un attore propositivo nella ricerca di soluzioni e contributi verso una riduzione dei consumi energetici e una Low Carbon Economy, con azioni dedicate per ridurre l’utilizzo di risorse energetiche e le quote di emissione prodotte. L’intensità energetica, cioè la quantità di energia utilizzata in rapporto ai ricavi prodotti nell’anno, risulta pari a 9,22 TEP/Mln€ (Tonnellata Equivalente di Petrolio per Milione di Euro) nel 2018. Questo valore risulta in calo del 14% nel triennio 2016-2018, evidenziando una crescita importante dell’efficienza energetica operativa dell’azienda. Il dato è inoltre inferiore di circa il 41% alla media del settore, pari a 15,6 TEP/Mln€. L’intensità emissiva globale dell’azienda, ovvero la quantità di emissioni di CO2 prodotte rispetto ai ricavi, è pari a 32,66 tCO2/Mln€ (Tonnellate di CO2 per milione di Euro) nel 2018, con una riduzione di circa il 13% sul triennio 2016-2018.

Leggi anche:  Insight Venture Partners investe 500 milioni di dollari in Veeam

In questi ambiti, Cedacri si è attivata con diverse iniziative, ad esempio un progetto di efficientamento dei consumi sui Data Center, per il quale sono stati messi a piano nel primo quadrimestre 2019 la sostituzione di 2 blocchi di UPS (Gruppi di continuità) sulle sedi di Collecchio e Castellazzo Bormida, con UPS di ultima generazione. Il risparmio energetico stimato su entrambi i siti è di circa 220.000 kWh/anno. Altro importante obiettivo è quello di aumentare il consumo di energia rinnovabile, mediante l’acquisto di energia green certificata con target progressivo fino al 50%.

Sul fronte della riduzione delle emissioni, Cedacri ha aderito alla piattaforma JoJob che incentiva la pratica del car-pooling aziendale, mettendo a disposizione un portale web e un App dedicata per permettere ai dipendenti di mettersi in contatto e di certificare la condivisione, con uno o più colleghi, del tragitto casa-lavoro, con il conteggio dei km effettuati e delle minori emissioni inquinanti emesse. Nel 2018 i dipendenti hanno effettuato 7.500 viaggi e percorso 285.000 km in car-pooling. Per incentivare la pratica del car-pooling, Cedacri eroga ogni trimestre dei premi (buoni spesa) ai dipendenti più virtuosi. Dal 2019 Cedacri ha deciso di premiare anche i dipendenti che compiono il tragitto casa-lavoro in bici o a piedi.

Per quanto riguarda la sostenibilità sociale, come descritto nel Bilancio, Cedacri sta investendo in modo consistente nel consolidamento e nello sviluppo delle competenze dei propri dipendenti, nella ricerca costante dei migliori profili e talenti per rafforzare l’eccellenza operativa, nella gestione ottimale dei temi del benessere interno e dell’engagement, come leva essenziale per armonizzare i rapporti tra l’azienda e le sue persone. A fine 2018 Cedacri conta 801 dipendenti, una popolazione aziendale che ha registrato un tasso di crescita del 9% rispetto al 2016, e del 2% rispetto al 2017. Ogni dipendente viene inserito in un percorso personalizzato di crescita che offre una formazione professionale continua, che nel 2018 si è concretizzata in 27.150 ore di formazione effettuate oltre gli obblighi di legge. Cedacri offre inoltre ai propri dipendenti numerosi servizi di welfare aziendale che vanno dalle coperture assicurative integrative, all’assicurazione sanitaria, dalla flessibilità degli orari allo smart working, dai contributi per le rette degli asili a progetti per la promozione della salute e del benessere come gli screening periodici e i corsi di pilates all’interno delle strutture aziendali.

Leggi anche:  Fiamm Energy Technology, Superbike 2019 ancora in coppia con Aruba

L’impegno sociale dell’azienda si manifesta anche attraverso forme di volontariato e di contribuzione alle comunità in cui opera e che nel 2018 ha visto i dipendenti svolgere 480 ore di volontariato d’impresa e l’azienda impegnarsi con 251.000 euro di contributi su progetti rivolti alla comunità.

Oltre all’impegno in materia di sostenibilità sociale e ambientale, il Bilancio di Sostenibilità 2018 illustra e misura come Cedacri crei valore per tutti i propri stakeholder. Nel 2018, il Valore Aggiunto generato dalla società è stato pari a 101,5 milioni di euro, in crescita del 6,7% rispetto al valore 2016. A questo si affiancano gli sforzi di Cedacri per mantenere un’elevata qualità del servizio e competenza tecnica e garantire così la massima soddisfazione del cliente, che nel 2018 si attesta al 98,2% (nel 2017 era del 97,7%). Qualità che passa anche attraverso gli investimenti in innovazione, che hanno toccato la somma complessiva di 190 milioni di euro negli ultimi 5 anni.