Samsung Enterprise Edition promette quattro anni di aggiornamenti Android

Il Samsung Galaxy S10 ha il display più accurato

Il nuovo programma guarda alle dotazioni aziendali e all’estensione degli update per gli utenti professionali e di business

Samsung ha lanciato in vari paesi in Europa la serie di dispositivi “Galaxy Enterprise Edition” che promettono l’invio di almeno quattro anni di aggiornamenti Android da parte del produttore. La gamma include i Galaxy Note 10, Galaxy S10, Galaxy S10e, Galaxy A10, Galaxy A40 e Galaxy XCover 4s e Samsung afferma che altri modelli Galaxy Enterprise Edition saranno disponibili durante l’anno. In particolare, la compagnia sottolinea che gli smartphone focalizzati sull’utenza professionale e business riceveranno regolari aggiornamenti del firmware, che arriveranno mensilmente per i primi tre anni, quindi trimestralmente per l’ultimo anno, mentre la Serie A e XCover 4S riceveranno aggiornamenti trimestrali per l’intero periodo di quattro anni.

Più sicurezza, anche al BYOD

Oltre alla promessa di aggiornamenti regolari, i telefoni Galaxy Enterprise Edition dotano una serie di altre caratteristiche uniche. Tra queste “Knox Configure”, che offre alle aziende un maggiore controllo sulle impostazioni e consente la configurazione remota dei dispositivi e il supporto Enterprise Firmware over-the-air (E-FOTA) che permette di inviare gli aggiornamenti del sistema operativo in remoto. I device vantano anche un lungo ciclo di vita e tre anni di manutenzione avanzata, comprese risposte al giorno lavorativo successivo a quello della richiesta tecnica.

Conor Pierce, vicepresidente aziendale di Samsung Electronics ha spiegato: “Più business, meno problemi; questo è l’impegno che prendiamo con le aziende quando scelgono dispositivi Samsung Enterprise Edition. Siamo così entusiasti di portare sul mercato la nuova Galaxy Enterprise Edition in un momento in cui le imprese stanno cercando di ridurre i costi e aumentare la produttività. Le nostre soluzioni pronte all’uso consentono ai clienti di configurare e gestire facilmente un ecosistema mobile aziendale senza problemi”. La scorsa settimana, Samsung aveva confermato l’inizio della distribuzione del fix per il bug dello scanner di impronte digitali, che colpisce i Galaxy S10 e Galaxy Note 10.

Leggi anche:  Intel rivela ufficialmente la GPU “Ponte Vecchio”