La Cina sta lanciando una delle più grandi reti 5G al mondo

Il paese ha avviato un test globale su circa 50 città anche se le preoccupazioni in merito al controllo totalitario del network non mancano

La Cina ha la popolazione più grande del mondo, quindi è giusto che abbia un servizio 5G degno di questo nome. In settimana, il governo ha quindi rilasciato qualche informazione sulla volontà di costruire un network più che esteso, che parte da 50 città test e prosegua per tutta la nazione, con velocità e prezzi che variano in base alla qualità del servizio.

A quanto pare, le tariffe andranno dai 128 yuan ai 599 yuan al mese, più o meno 16 e 76 euro. Il piano per la Cina era originariamente ottenere il lancio del 5G il prossimo anno, ma il paese ha accelerato i suoi lavori, probabilmente in parte per tenere il passo la concorrenza degli Stati Uniti. Oltre a insistere sul fatto che il colosso cinese delle telecomunicazioni Huawei non avrà nulla a che fare con i piani statunitensi del 5G, il presidente aveva infatti rivelato “la corsa al 5G è iniziata e dobbiamo vincere”.

Le implicazioni del caso

5G non vuol dire ovviamente solo rete ma tutto quello che circonda il nuovo standard. Ad esempio i telefonini: la sua partenza dovrebbe vedere un aumento delle vendite di smartphone compatibili, con un recente che stima circa 497.000 dispositivi 5G fabbricati in Cina già acquistati dai rivenditori a settembre.

Se dovessero arrivare tutti nelle mani degli acquirenti, si tratterebbe dello 0,4% della popolazione interna cinese. Aggiungiamo questo agli oltre 10 milioni di abbonati al 5G che il governo afferma che gli operatori hanno già attirato e arriviamo già oltre l’8%. La gara è appena cominciata.

Leggi anche:  Genova 5G: presentato il progetto di Fastweb ed Ericsson