Auto elettrica? C’è anche Sony

Per ora si tratta solo di un prototipo di design ma il mercato delle automobili elettriche interessa sempre più settori cross

Con un annuncio a sorpresa, Sony ha svelato una concept di auto elettrica chiamata Vision-S durante il suo keynote al Consumer Electronics Show di Las Vegas. La società ha affermato che l’auto ha 33 sensori, tra cui uno CMOS e un sensore ToF (Time of Flight), entrambi utilizzati in genere nelle telecamere degli smartphone, per rilevare oggetti e persone con precisione all’esterno e all’interno dell’auto. Inoltre, utilizza un LiDAR a stato solido per misurare e mappare l’area intorno al veicolo, evitare collisioni e permettere una guida a distanza a velocità di sicurezza. Secondo le specifiche ufficiali, Vision-S può passare da 0 a 100 km all’ora in soli 4,8 secondi. In confronto, la variante superiore di Tesla 3 può raggiungere quella velocità in 3,4 secondi.

Come è fatta

Per l’intrattenimento in auto, l’azienda ha incluso uno schermo panoramico nella parte anteriore, sul cruscotto, per i contenuti. Inoltre, ogni sedile del veicolo è dotato di un altoparlante incorporato con tecnologia audio surround “360 reality audio” di Sony. La casa non è la prima originariamente attiva nel campo dell’hi-tech a tentare il salto verso il settore elettrico. Anche la cinese LeEco ha annunciato un progetto simile nel 2016 che, a causa dei problemi finanziari, non è mai andato in porto.

Il colosso giapponese della tecnologia vuole davvero produrre e vendere automobili? Forse un giorno, ma per adesso quello che abbiamo è solo un prototipo, nulla di più. Molto probabilmente comincerà a spedire sensori e accessori ad altri produttori e poi forse diverrà matura per pensare in grande.

Leggi anche:  Dall’emergenza alla programmazione. Investire in robotica