Coronavirus: da SAP Italia una dashboard per analizzare la diffusione del contagio

Coronavirus: da SAP Italia una dashboard per analizzare la diffusione del contagio
Ascolta l'articolo

SAP Italia ha sviluppato una dashboard per analizzare la diffusione del contagio da Coronavirus, capirne l’estensione e la velocità della sua trasmissione in Italia e nel mondo

SAP Italia ha annunciato la realizzazione di una dashboard consultabile a questo link per permettere alle persone di tenere monitorato l’andamento del contagio del virus Covid-19, comunemente conosciuto come Coronavirus, comprenderne la sua diffusione e la velocità di trasmissione nel mondo e in Italia, con uno spaccato che include la situazione Regione per Regione.

In particolare, la dashboard comprende tre sezioni che permettono di passare da informazioni a insight più evoluti in modo semplice e intuitivo.

  • Overview: offre una vista complessiva sul fenomeno, con i Paesi coinvolti, i casi di contagio complessivi a livello globale, il numero delle persone guarite e il tasso di mortalità. Inoltre, per ognuno di questi parametri mostra una successione storica che parte dall’inizio del contagio per ogni paese.
  • Italia: offre lo stesso spaccato e informazioni della sezione precedente per l’Italia e per ogni singola Regione. Per facilitare la comprensione dei dati, sono stati elaborati due indici il Tasso di Espansione del Contagio e lo Speed Index. Il Tasso di Espansione del Contagio analizza l’espansione della popolazione contagiata giorno per giorno, mentre lo Speed Index indica la velocità di diffusione del virus attraverso la crescita o la diminuzione percentuale dei nuovi casi scoperti rispetto a quelli della giornata precedente
  • Confronto Italia e Cina: questa sezione offre l’andamento dei casi confermati e un confronto rispetto ai due indici Tasso di Espansione del Contagio e Speed Index tra Cina e Italia. I periodi presi in considerazione in questa pagina sono quelli dei rispettivi momenti di inizio del contagio in modo da consentire un confronto di maggior valore.
Leggi anche:  Smart working e collaborazione, un binomio vincente per far fronte alle sfide senza precedenti introdotte dal COVID-19

Le fonti della dashboard sono i dati forniti dal Ministero della Salute e da Johns Hopkins CSSE. I dati vengono aggiornati una volta al giorno, in momenti diversi tra Italia e il resto del mondo, dipendendo a sua volta dall’aggiornamento delle diverse fonti usate.

La dashboard, che SAP Italia sta condividendo con i propri clienti e partner, è uno strumento sviluppato completamente in cloud su tecnologia SAP ed è disponibile a questo link.

“In una situazione di emergenza come quella che stiamo vivendo, i nostri clienti stanno usando le nostre applicazioni per ripianificare, valutare nuovi scenari e gestire gli impatti sulle loro supply chain. Seguendo il loro esempio, abbiamo pensato che dovevamo fare lo stesso e compiere un piccolo gesto per la nostra comunità. Grazie alle competenze dei nostri consulenti, abbiamo sviluppato un sistema semplice e chiaro basato su dati pubblici relativi alla diffusione del COVID-19 che offre nuovi insight per aumentare la comprensione del fenomeno”, ha dichiarato Emmanouel Raptopoulos, Amministratore Delegato di SAP Italia, Custer Head per Italia, Grecia, Cipro e Malta. “Oggi ci viene richiesto di assumere una responsabilità individuale per proteggere il vulnerabile e ritornare alla normalità il più velocemente possibile. Stiamo quindi prendendo in considerazione altre iniziative per aiutare i nostri clienti e partner”.

Per SAP la tutela della salute di tutti i colleghi, clienti, partner e delle loro famiglie è una priorità. SAP Italia si è immediatamente conformata alle disposizioni emanate dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dal Ministero della Sanità, di intesa con la Regione Lombardia, in materia di prevenzione e contrasto al Coronavirus. Fin dal 21 febbraio SAP Italia, in collaborazione con i team internazionali, aveva già sviluppato un risk mitigation plan rivolto ai dipendenti per fornire risorse e strumenti per operare nel nuovo scenario in modo responsabile. E’ stato promosso fin da subito lo smart working su tutto il territorio nazionale e chiesto di sospendere le trasferte lavorative, privilegiando l’organizzazione di meeting virtuali con colleghi, clienti e partner. Sono stati posticipati o cancellati gli eventi del mese di marzo. Sono state inoltre adottate nuove misure di controllo e di igienizzazione degli uffici.

Leggi anche:  OpenAI rilascia GPT2 in versione pubblica