Smartbox trasforma le esperienze dei clienti grazie a Nutanix

Smartbox trasforma le esperienze dei clienti grazie a Nutanix
Dom Poloniecki, General Manager, Sales, Western Europe e Sub-Saharan Africa di Nutanix
Ascolta l'articolo

Il Gruppo sfrutta la tecnologia per migliorare l’esperienza digitale dei propri clienti

Nutanix annuncia che Smartbox Group, leader europeo nel settore delle esperienze regalo, ha ampliato la collaborazione con l’azienda per sostenere il suo progetto di modernizzazione digitale. Smartbox, infatti, sfrutta il software Nutanix per rinnovare la propria infrastruttura IT, snellire le operazioni e ridurre i costi con l’obiettivo di offrire ai clienti piacevoli esperienze personalizzate e in tempo reale.

Una customer experience omnicanale uniforme è ormai un must per i rivenditori, poiché i clienti si aspettano esperienze di shopping online che si adattino alle loro abitudini digitali e che siano costruite su misura per loro. Ciò richiede un’analisi dei dati in tempo reale, provenienti da molteplici fonti, nonché una moderna infrastruttura tecnologica che sia automatizzata e sicura, che supporti l’uso dell’intelligenza artificiale e, cosa più importante, che sia sempre disponibile.

Fornendo cofanetti regalo, esperienze regalo e ricordi da conservare a clienti di tutta Europa, Smartbox è operativa in 11 Paesi, distribuendo quasi 6,5 milioni di esperienze regalo all’anno, oltre a cofanetti regalo con marchio Smartbox in 10.000 punti vendita attraverso una rete di partner e negozi online. L’estensione delle sue attività e i suoi numerosi negozi online richiedono un uptime costante, scalabilità durante i periodi di punta stagionali, flessibilità nello sviluppo ed esperienze personalizzate per i clienti.

“I nostri sistemi precedenti non erano in grado di supportare la visione della nostra azienda ed è stato necessario una scelta radicale per poter continuare a sostenere la nostra espansione commerciale in tutta Europa e garantire la soddisfazione dei nostri clienti”, ha dichiarato Paul Cash, Director IT Operations di Smartbox. “Nutanix, più di qualsiasi altro partner, ci ha permesso di ottenere di più dalla nostra infrastruttura IT, aggiungendo valore. Le sue soluzioni ci hanno permesso di riprendere il controllo del nostro ambiente e di concentrarci in primis sull’innovazione piuttosto che continuare a mantenere un’infrastruttura legacy”.

Leggi anche:  ToolsGroup lancia la pianificazione delle promozioni potenziata da AI

Grazie alla profonda conoscenza delle problematiche e delle opportunità tipiche del settore retail, il team di Smartbox ha investito in un ambiente iperconvergente che coniuga il meglio dei suoi sistemi IT on-premise con i servizi di cloud pubblico, per godere di una maggiore agilità e avere la possibilità di adattarsi rapidamente alle esigenze dei clienti. I requisiti di base, in particolare, includevano la necessità di una visibilità completa su tutte le risorse e i servizi IT, l’analisi avanzata dei dati, la capacità di controllare l’utilizzo del cloud e funzionalità DevOps scalabili.

Per supportare tale cambiamento, negli ultimi 18 mesi Smartbox ha adottato Nutanix AHV, che ha permesso di ridurre il footprint del datacenter e di fornire una maggiore flessibilità. Inoltre, l’azienda ha spostato alcuni carichi di lavoro elastici, come la sua vetrina eCommerce su AWS. L’intero ambiente supporta il cloud ibrido, con una connettività senza soluzione di continuità tra il datacenter alimentato da Nutanix e l’ambiente di cloud pubblico. L’infrastruttura IT ora soddisfa meglio le esigenze dei suoi team di sviluppo ed è sufficientemente stabile per gestire i servizi web e tutte le applicazioni di backend fondamentali.

Smartbox, inoltre, utilizza Beam per tenere sotto controllo i costi del cloud pubblico – che spesso risultavano superiori del 30-40% al budget previsto prima dell’implementazione. Con Beam, il team IT può ora utilizzare un modello basato sui costi per dimostrare ai reparti l’effettivo footprint e il costo degli ambienti applicativi nonché le risorse IT utilizzate. Grazie a Nutanix Era, invece, Smartbox è riuscita a semplificare i database e le soluzioni di gestione in molti ambienti, mentre Prism Pro supporta la gestione automatizzata dell’infrastruttura, in un’ottica di maggiore flessibilità.

Leggi anche:  Nuance consente di dare priorità alle persone più anziane grazie alla propria voce

“I rivenditori hanno bisogno della flessibilità necessaria per cambiare il corso della loro attività in modo rapido. Che si tratti di far fronte alle fluttuazioni stagionali, in occasione di saldi  o per aggiungere servizi digitali – automazione e adattabilità sono ciò che fa la differenza tra il fallimento e il successo”, ha dichiarato Dom Poloniecki, General Manager, Sales, Western Europe e Sub-Saharan Africa di Nutanix. “Smartbox ha davvero trovato il giusto mix tra cloud pubblico e privato: non solo è in grado di comprendere i costi della sua infrastruttura on e off-premise, ma può anche dimostrare il valore dell’IT all’azienda e garantire che ogni reparto sia responsabile dei propri costi. Smartbox non si limita alla vendita standard, ma ‘coccola’ i suoi clienti migliorandone la fidelizzazione”.

Guardando al futuro, l’azienda prevede di sfruttare i suoi strumenti di investimento nei software Nutanix per offrire provisioning automatico delle risorse IT in tutta l’azienda. È impegnata nella creazione di un ambiente in cui gli sviluppatori siano in grado di implementare le modifiche ai propri siti, aggiungere offerte promozionali e creare nuovi prodotti, senza dover attendere l’approvazione delle richieste da parte dell’IT. Smartbox ritiene che in questo modo sarà in grado di sfruttare in modo più proattivo le opportunità di business e di adattarsi più facilmente alle esigenze dei clienti.