Italiani in quarantena: boom di acquisti online ed esperienze digitali

Italiani in quarantena: boom di acquisti online ed esperienze digitali
Ascolta l'articolo

In Italia crescono del 36% le esperienze digitali legate alla visione di film e serie TV e le sessioni di fitness online

A causa dell’emergenza Coronavirus che ci ha costretto a rivedere il nostro stile di vita, lo shopping online ha assunto sempre più importanza, tanto da superare tutte le altre forme di acquisto nel corso della prima settimana del mese di maggio, precisamente dal 4 all’11. Secondo infatti quanto emerso da una ricerca Mastercard, a livello italiano oltre la metà degli acquirenti dichiara di fare numerosi acquisti online (59%) relativi a beni di prima necessità (il cui acquisto online aumenta del 44%), ma anche di intrattenersi (il 36%) con esperienze virtuali che spaziano dalla visione di film e serie TV a lezioni di cucina, passando per sessioni di fitness virtuali. Lo stesso trend si registra in tutta Europa, dove il dato si attesta al 57%.

Le esperienze online si confermano sempre più popolari tra italiani (36%) ed europei (30%), che destinano sempre più budget all’intrattenimento digitale. Tra i nostri connazionali, l’88% si tiene in contatto regolarmente, grazie a strumenti di video-call, con i propri affetti e colleghi di lavoro (contro il 75% in Europa), il 71% è abbonato a un servizio di streaming online, mentre 1 italiano su 2 partecipa a lezioni di cucina o legge ricette online per mettere alla prova le proprie abilità culinarie (in linea con i dati europei che si attestano rispettivamente sul 58% e 50%).

La ricerca rivela anche come la difficile situazione che stiamo vivendo a livello mondiale abbia risvegliato negli italiani lo spirito di solidarietà e di aiuto nei confronti del prossimo e di coloro che versano in situazioni di difficoltà o emergenza, contribuendo anche nel piccolo, in base alle proprie possibilità. Secondo la ricerca, infatti, quasi la metà degli italiani (precisamente il 40%) ha effettuato donazioni solidali e beneficenza online, di questi il 19% ha dichiarato di averlo fatto per la prima volta in assoluto.

Leggi anche:  I consigli per gestire al meglio la stagione degli acquisti online

Al tempo stesso, italiani ed europei si trovano a dover imparare come usare al meglio le nuove tecnologie con l’obiettivo di soddisfare tutti i lori bisogni, primari e non. In Italia, ad esempio, metà della popolazione sta imparando a utilizzare i servizi bancari online (50%) e a cucinare (49%), mentre il 33% si sta dedicando al fai da te. Tra le discipline artistiche che più affascinano gli italiani tanto da spingerli a seguire dei veri e propri corsi rientrano: danza e fotografia (entrambi al 14%), seguiti poi dagli strumenti musicali e dalla programmazione informatica (10%). Il podio dei prodotti più acquistati online, secondo la ricerca, va ai libri, seguiti da utensili da cucina e giochi da tavolo – acquistati anche per condividerli o viverli insieme ai propri cari.

Complessivamente, la ricerca di Mastercard ha rivelato come le abitudini di acquisto online di italiani ed europei tendono a rispecchiare i comportamenti adottati nella vita reale. Infatti, il 42% degli italiani (contro il 51% degli europei) sostiene di non comportarsi diversamente da quanto succederebbe offline, sottolineando quanto il prezzo continui ad essere la discriminate più importante nel momento di fare shopping (71% il dato italiano). Chi è quindi sempre alla ricerca della migliore occasione continua a spendere altrettanto tempo online confrontando siti e opinioni (l’86% in Italia contro l’81% in Europa), mantenendo così invariate le proprie abitudini.

Infine, un capitolo a sé riguarda il tema della sicurezza degli acquisti online. Gli italiani, come gli europei, si dicono infatti sempre cauti quando fanno shopping online (96% vs 87%), con una buona parte di loro preoccupata dalla possibilità di incappare in truffe (70%). Pertanto, con l’obiettivo di effettuare acquisti in sicurezza, l’87% degli italiani si affida a rivenditori conosciuti e si affida alle opinioni dei clienti. Solo il 46% decide invece di contattare direttamente il rivenditore, un trend che trova conferma anche a livello europeo (31%).

Leggi anche:  Non solo i post, Twitter bloccherà anche i link che promuovono odio e violenza

Michele Centemero, Country Manager Mastercard Italia, ha affermato: “Il momento che stiamo vivendo ci ha spinto sempre di più ad utilizzare i canali digitali non solo per effettuare i nostri acquisti online legati ai bisogni primari, ma anche per intrattenerci, continuare a vivere le nostre passioni e restare in contatto con le persone a noi care. Momenti difficili come questo riescono a tirar fuori il meglio di noi: basti pensare a tutti coloro che hanno scelto e scelgono di fare donazioni solidali online, e alla capacità che abbiamo dimostrato di trovare rapidamente nuove modalità di gestione della nostra routine in chiave digitale. Oggi più che mai è quindi fondamentale per l’intera comunità globale avere accesso all’economia digitale, motivo per il quale in Mastercard lavoriamo costantemente per rendere l’esperienza di acquisto online più semplice, veloce e sicura in qualsiasi occasione, che si tratti di acquisto di prodotti o di esperienze”.

La top 10 delle esperienze più popolari in tempi di quarantena

  1. L’88% effettua regolarmente videochiamate con familiari, amici e colleghi di lavoro (contro il 75% in Europa)
  2. Il 71% ha un abbonamento online come Netflix o Amazon Prime Video (contro il 58% in Europa)
  3. Il 50% partecipa a lezioni di cucina o legge ricette online (contro il 30% in Europa)
  4. Il 38% gioca ai videogiochi online (contro il 31% in Europa)
  5. Il 34% partecipa a lezioni di fitness online (contro il 26% in Europa)
  6. Il 34% guarda commedie sul web (contro il 36% in Europa)
  7. Il 30% visitando musei o luoghi di interesse online (contro il 24% in Europa)
  8. Il 29% assiste a concerti di musica online (contro il 32% in Europa)
  9. Il 28% sta imparando a disegnare (n.a.)
  10. Il 26% fa quiz con gli amici online (contro il 20% in Europa)
Leggi anche:  Internet Archive aggiunge le anteprime dei libri alle voci di Wikipedia

La top 10 dei prodotti più popolari in tempi di quarantena

  1. Libri (42% in Italia vs il 32% del dato europeo)
  2. Utensili da cucina (25% in Italia vs il 22% del dato europeo)
  3. Giochi da tavolo (21% in Italia vs il 18% del dato europeo)
  4. Puzzle (19% in Italia vs il 17% del dato europeo)
  5. Tagliacapelli (18% in Italia vs il 15% del dato europeo)
  6. Tinte per capelli (18% in Italia vs 19% del dato europeo)
  7. Attrezzi per il fitness (17% in Italia vs il 13% del dato europeo)
  8. Computer e accessorie (15% in Italia vs il 13% del dato europeo)
  9. Arti e DIY (14% in Italia vs il 12% del dato europeo)
    Attrezzi per lo yoga (14% in Italia vs il 13% del dato europeo)

La guida di Mastercard per acquisti e esperienze online in tutta sicurezza

  • Scegliere sempre pagine web sicure e solo su queste procedere agli acquisti: è possibile riconoscerle grazie alla dicitura “https” all’inizio dell’URL della pagina web e al simbolo del lucchetto chiuso.
  • Tenere sempre al sicuro i propri dati: non inviare mai i dati bancari o della propria carta di pagamento via e-mail, sms, social media o tramite chiamate la cui attendibilità è dubbia.
  • Aggiornare la protezione di sicurezza di qualsiasi dispositivo con cui si desidera fare acquisti online, indipendentemente che si tratti dello smartphone, del laptop o del tablet
  • Fidarsi del proprio istinto: se si vede un’offerta online che sembra troppo bella per essere vera, probabilmente lo è. In questi casi, meglio approfondire ulteriormente la questione con qualche ricerca in più.