Tassi di assunzione, come il Covid-19 continua a influenzare i dati in Italia

Tassi di assunzione, come il Covid-19 continua a influenzare i dati in Italia
Ascolta l'articolo

LinkedIn prende in esame i dati aggiornati relativi ai tassi di assunzione in Italia dall’inizio dell’emergenza coronavirus

LinkedIn sta tenendo sotto osservazione i dati relativi all’impatto economico che sta avendo la pandemia in corso, e in particolare cosa ciò significa per il mercato del lavoro italiano. La piattaforma LinkedIn Hiring Rate offre approfondimenti in tempo reale rispetto agli oltre 14 milioni di membri di LinkedIn in Italia. In questa fase della crisi, LinkedIn nota che il tasso di assunzioni in Italia sta iniziando a stabilizzarsi. E questo è un trend che l’azienda inizia a vedere anche in Europa, così come in altre regioni del mondo. Nel Regno Unito e in Francia, abbiamo assistito a un aumento delle assunzioni, poi a una riduzione, dalle vacanze di Pasqua – ma non si assiste a nessuna delle forti flessioni rilevate all’inizio – a metà marzo.

I dati principali

Italia

  • In Italia, il tasso di assunzioni è in calo del -44% anno su anno, rispetto ai dati aggiornati al 23 maggio. Ciò rappresenta una crescita di 18 punti percentuali rispetto al -62% anno su anno, segnalato qualche settimana fa.

Regno Unito 

  • Nel Regno Unito il tasso di assunzioni ha registrato -41% anno su anno, sempre rispetto ai dati aggiornati al 23 maggio.

Francia 

  • In Francia il tasso di assunzioni ha registrato -38% anno su anno, sempre rispetto ai dati aggiornati al 23 maggio.

In un periodo nel quale l’impatto economico del COVID-19 si fa sentire in tutti i settori in Italia, ci sono comunque settori industriali che hanno continuato ad assumere, e ruoli professionali che hanno continuato a registrare un gran numero di candidature. Tra questi ruoli, i 5 che hanno registrato un numero maggiore di candidature sono: i professionisti in materia legale (legal specialist), i director of operations, i responsabili della logistica (logistics manager), i direttori delle vendite e gli specialisti dedicati al servizio alla clientela (customer specialist). Questi ruoli hanno registrato il maggiore aumento percentuale in termini di candidature tra marzo e aprile 2020. Per aiutare le persone alla ricerca di un nuovo lavoro, LinkedIn ha anche analizzato le migliori competenze necessarie per ciascun ruolo, e i principali settori industriali che assumono maggiormente questa tipologia di professionisti.

Leggi anche:  Google ha fatto un'offerta per acquisire Fitbit

I 5 ruoli con maggior numero di candidature in Italia, le competenze richieste e in quali settori industriali sono maggiormente ricercati:

  1. Legal Specialist 
  • Principali competenze richieste: Legal research, legal writing, corporate law
  • Settori industriali: Energia, Servizi in ambito Corporate, Finance
  1. Director of Operations 
  • Principali competenze richieste: Business planning, business strategy, operations management
  • Settori industriali: Software & IT Services, Trasporti e Logistica, Beni di consumo
  1. Logistics Manager
  • Principali competenze richieste: Logistics Management, supply chain management, warehouse management systems
  • Settori industriali: Manifattura, Beni di consumo, Software & IT Services
  1. Direttore delle vendite
  • Principali competenze richieste: Sales management, business planning, marketing strategy
  • Settori industriali: Software & IT Services, Corporate Services, Manifattura
  1. Customer Specialist 
  • Principali competenze richieste: Customer experience, problem solving, customer service
  • Settori industriali: Beni di consumo, Finance, Entertainment