Boomi presenta AtomSphere Go e potenzia la propria piattaforma

Boomi presenta AtomSphere Go e potenzia la propria piattaforma
Ascolta l'articolo

I miglioramenti apportati abiliteranno nuove funzionalità per consentire agli sviluppatori, alle linee di business e ai citizen integrator di accrescere la produttività e accelerare il time-to-value

Boomi, azienda di Dell Technologies e provider leader nella piattaforma di integrazione basata su cloud as-a-service (iPaaS), introduce importanti aggiornamenti della piattaforma Boomi AtomSphere, in linea con la visione di offrire alle organizzazioni “esperienze integrate”. In particolare, Boomi presenta AtomSphere Go, per un’esperienza di acquisto self-service facilitata, e Project LightSpeed, una soluzione di sincronizzazione dei dati personalizzata basata sull’intelligence e i Platform Services di Boomi a vantaggio, in particolare, degli utenti non tecnici. Queste innovazioni forniranno agli sviluppatori e agli utenti della linee di business gli strumenti necessari per accrescere la produttività e accelerare il raggiungimento degli obiettivi.

L’iPaaS oggi è un elemento fondamentale delle strategie di trasformazione digitale. Le condizioni mutevoli del mercato rendono indispensabile offrire agli sviluppatori e agli utenti della linee di business l’agilità necessaria per rispondere nel più breve tempo possibile alle evoluzioni e alle trasformazioni. Le nuove soluzioni offrono modalità innovative di utilizzare la piattaforma Boomi AtomSphere, miglioramenti che gli utenti possono facilmente sfruttare per accelerare il time to value, riducendo i costi e liberando risorse che permettano di fare evolvere il business.

“Velocità, facilità d’uso e produttività sono parte del DNA di Boomi e permeano ciò che facciamo come azienda. L’iPaaS si è evoluto da strumento pensato per realizzare semplici integrazioni cloud a tecnologia fondamentale per la trasformazione digitale, per questo Boomi ha ampliato la piattaforma per supportare le esigenze dei clienti di tutti i settori”, ha affermato Ed Macosky, Head of Product di Boomi. “Con queste nuove opzioni a consumo e i miglioramenti alla piattaforma i clienti possono innovare concretamente e portare avanti i propri progetti più rapidamente per soddisfare un business in continua evoluzione”.

Leggi anche:  Simona Tiribelli (MIT), quanto ci condizionano le tecnologie?

Gli aggiornamenti apportati alla piattaforma Boomi AtomSphere comprendono:

AtomSphere Go – una modalità nuova, semplice e rapida per sperimentare le capacità della piattaforma Boomi; una nuova edizione in grado di creare un’esperienza di acquisto self-service facilitata e appositamente costruita, che consente agli sviluppatori di utilizzare tutte le funzionalità della piattaforma AtomSphere nel modo più adatto alle proprie esigenze. I clienti avranno accesso a un’ampia gamma di servizi – di Integration, Flow, API Management, Master Data Hub e B2B/EDI Management – con utenti, connessioni, integrazioni e workflow illimitati. Boomi è l’unico vendor iPaaS che offre un’esperienza di acquisto sia self-service che “pay for what you use” con una piattaforma iPaaS completa, mettendo a disposizione dei clienti l’intera gamma di funzionalità della piattaforma al prezzo iniziale.

AtomSphere Go offre un modello pay-as-you-scale disponibile con abbonamenti mensili o annuali, che include l’accesso al supporto standard, formazione completa e certificazioni, nonché l’accesso a tutte le risorse della community Boomiverse. Con AtomSphere Go, i clienti ottengono una visibilità in tempo reale sull’utilizzo e i trend della piattaforma, con una migliore visibilità rispetto alle stime dei costi operativi e la possibilità di iniziare a utilizzare Boomi rapidamente con solo pochi clic.

Progetto LightSpeed – I progetti di sincronizzazione dei dati possono essere tecnicamente difficili, monotoni e costosi da definire. Con Project LightSpeed, Boomi attinge alla ricca esperienza in intelligence e insight per fornire la prima soluzione di integrazione e sincronizzazione dei dati personalizzata basata su iPaaS.

Project LightSpeed utilizza l’intelligenza artificiale per aiutare gli utenti ad avviare rapidamente e facilmente progetti di sincronizzazione dei dati, senza dover configurare e mappare tutti i processi di integrazione tra le applicazioni.

Leggi anche:  Come costruire un'infrastruttura di smartworking che funzioni bene

Infine, Project LightSpeed riduce notevolmente il tempo e la complessità per la configurazione e l’implementazione di progetti comuni di sincronizzazione dei dati in modalità “hub and spoke”, automatizzando la maggior parte delle attività complesse e dispendiose in termini di tempo, come l’analisi dei dati, la definizione del modello e la mappatura a livello di campo. Elimina così la complessità e accelera il time-to-value per gli utenti della linea di business, fornendo loro le risorse di cui hanno bisogno per influire in modo positivo sui profitti.