Microsoft Teams ritarda la funzionalità per gestire più account

Ecco perché ieri Microsoft Teams ha smesso di funzionare per migliaia di persone
Ascolta l'articolo

Non arriverà entro dicembre la funzione che permette di passare da un account personale a uno di lavoro con un semplice click

Gli utenti di Microsoft Teams dovranno aspettare ancora un po’ per una delle funzionalità più attese che potrebbe dare un grosso vantaggio alla piattaforma contro i rivali Zoom e Google Meet. All’inizio di questo mese, il colosso di Redmond ha confermato un aggiornamento alla roadmap di Microsoft 365 che faceva sembrare che una funzionalità Microsoft Teams molto richiesta sarebbe stata rilasciata a breve: gli accessi multiutente per la versione desktop di Microsoft Teams.

Si tratta di un’opzione che gli iscritti hanno richiesto a gran voce per anni poiché, attualmente, se si desidera cambiare account sul desktop, è necessario disconnettersi da un account e accedere nuovamente con un altro. È una storia diversa con la versione mobile di Microsoft Teams, che consente già di passare facilmente da un profilo all’altro. A distanza di poco, pare che l’update in questione si farà ma non nell’immediato, slittando al 2021.

Un rilancio nel 2021

Quindi Teams verrà aggiornata per consentire agli utenti di passare da un account personale a un account aziendale o scolastico. La roadmap di Microsoft 365 dice: “Stiamo aggiungendo il supporto all’interno della versione desktop di Teams per poter aggiungere un account personale, insieme a un account aziendale o scolastico, modificare l’immagine del profilo e passare da account a organizzazioni tramite le impostazioni”. Rish Sandon, il CVP Engineering per Microsoft Teams ha poi confermato il progetto, seppur lasciando intendere che alla base vi si ancora del lavoro da fare.

Online, la richiesta della funzione è stata supportata da firme di circa 30.000 utenti e questo lascia intendere quanto sia effettivamente attesa. “In primo luogo lanceremo il supporto per 1 account di lavoro o scuola e 1 account personale in modo che gli utenti possano utilizzare Teams per entrambi gli scenari, fianco a fianco” ha spiegato Microsoft.

Leggi anche:  EOS presenta la piattaforma “So Smart” con Microsoft e il programma Ambizione Italia #digitalrestart