TIM, accordo con Eutelsat per portare la connettività nelle zone più remote del Paese

TIM, accordo con Eutelsat per portare la connettività nelle zone più remote del Paese
Ascolta l'articolo

L’intesa consentirà di ampliare l’offerta di servizi in banda ultralarga di TIM attraverso la tecnologia satellitare

TIM ha siglato un accordo strategico con Eutelsat Communications per ampliare la propria offerta di servizi in banda ultralarga attraverso la tecnologia satellitare, in linea con l’obiettivo di chiudere progressivamente il digital divide in Italia a partire dal 2021 e coprire in questo modo anche le zone più isolate e remote del Paese.

In base all’accordo, nel rispetto della normativa applicabile, TIM acquisterà per i prossimi anni l’intera capacità trasmissiva per l’Italia sui due nuovi satelliti ad altissime prestazioni che Eutelsat ha attivato e attiverà nei prossimi mesi: il satellite KONNECT per la distribuzione della banda ultralarga satellitare e, successivamente, il satellite KONNECT VHTS che, una volta entrato in funzione, grazie alla sua maggiore capacità, consentirà di offrire connessioni ancora più performanti fino a 200 Mbps e ad un numero maggiore di clienti.

L’offerta a banda ultralarga satellitare che TIM lancerà nei primi mesi del 2021 andrà ad aggiungersi alle offerte di connettività ultrabroaband già presenti sul mercato che si avvalgono delle reti FTTH, FTTC e FWA, risultando quindi completementare nell’ottica di coprire anche le zone più isolate del territorio nazionale. In questo modo verrà estesa ad un sempre maggiore numero di cittadini la possibilità di lavorare e studiare a distanza ed usufruire dei servizi evoluti di intrattenimento, così come a tutte le aziende la possibilità di essere connesse e cogliere le opportunità della rivoluzione digitale e dell’Industry 4.0.

Leggi anche:  Il Wi-Fi funziona male? Forse è il microonde