LTE e smartphone guidano la crescita del traffico dati generato dai video

  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    4
    Shares

La nuova edizione del Mobility Report Ericsson rivela che il traffico dati mobile continuerà a crescere in modo significativo nei prossimi anni, un trend trainato principalmente dai video

La nuova edizione del Mobility Report Ericsson rivela che il traffico dati mobile continuerà a crescere in modo significativo nei prossimi anni, un trend trainato principalmente dai video.

Si stima che il traffico dati complessivo crescerà di 12 volte entro il 2018. Questo incremento è trainato dalla sempre maggiore disponibilità di contenuti così come da un miglioramento della velocità di rete grazie allo sviluppo della tecnologia HSPA e LTE.

Douglas Gilstrap, Senior Vice President and Head of Strategy Ericsson ha dichiarato: “nel 2018 i servizi LTE saranno disponibili per il 60% della popolazione mondiale. Ci aspettiamo che gli abbonamenti all’LTE superino quota 1 miliardo nel 2017, grazie a dispositivi sempre più performanti e alla domanda di servizi ad alto consumo di dati come i video. Grazie alla tecnologia WCDMA/HSPA, la velocità di rete è migliorata e di conseguenza l’esperienza per l’utente.”

I video costituiscono il segmento più ampio del traffico dati sulle reti, che è stimato crescere di circa il 60% anno su anno fino alla fine del 2018. Su alcune reti il consumo di video si attesta a 2,6 GB al mese in media per sottoscrizione.

Mentre il video diventa sempre più popolare, gli utenti non tendono necessariamente a trascorrere la maggior parte del loro tempo usando applicazioni ad alto consumo di dati. I consumatori trascorrono più tempo sui siti di social networking: su alcune reti la media è 85 minuti al giorno.

Gli smartphone costituiscono circa il 50% del totale delle vendite di telefoni cellulari nel primo trimestre 2013, contro il 40% del 2012. Il numero totale di abbonamenti alla telefonia mobile a livello globale ha raggiunto quota 6,4 miliardi con 4,5 miliardi di abbonati, registrando una crescita dell’8% rispetto al primo trimestre dello scorso anno. Delle nuove sottoscrizioni, 60 milioni sono alle reti WCDMA/HSPA, circa 30 milioni alle reti GSM/EDGE e 20 milioni sono sottoscrizioni alla rete LTE. Gli abbonamenti alla banda larga mobile sono cresciuti ancora più velocemente in questo periodo (a un tasso del 45% anno su anno), raggiungendo un numero pari a 1,7 miliardi.

Leggi anche:  Cisco porta visibilità e intuizione nel punto più cieco dell’IT: la WAN

Il Mobility Report include anche il concetto di “copertura delle app” – ampliando la definizione di copertura dei servizi voce alla facilità per gli utenti di accedere dai propri dispositivi mobili alle app – spiegando come la performance di una rete sia un fattore sempre più rilevante per l’utente.

In questa edizione del report è analizzato anche il rapporto tra la qualità della rete e la fedeltà del consumatore. È infatti la performance della rete il fattore chiave che spinge il consumatore a rimanere fedele al proprio operatore, seguito dal valore economico dell’offerta. Altre sezioni del report spiegano gli effetti delle indicazioni degli smartphone sul traffico dati e includono uno sguardo sul roaming dati, individuando opportunità per gli operatori di generare nuovi ricavi.


  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    4
    Shares
Categorie: Reti e TLC