SEAT e il Porto di Barcellona collaborano nella ricerca sui prototipi elettrici

La SEAT e il Porto di Barcellona hanno siglato un accordo che vedrà la Casa automobilistica mettere a disposizione due prototipi elettrici  per la ricerca sulle caratteristiche tecniche degli stessi. Si tratta di una Leon TwinDrive Ecomotive, ibrida plug-in, e una Altea XL Electric Ecomotive, a propulsione completamente elettrica e quindi a emissioni zero. Ramón Paredes, Vicepresidente Esecutivo per le Relazioni Governative e Istituzionali della SEAT e del Gruppo Volkswagen, ha consegnato le due vetture a Sixte Cambra, Presidente del Porto di Barcellona.

Una partnership per il bene della Spagna e dell’ambiente

“L’impegno del Porto di Barcellona a favore dell’ambiente e della sostenibilità si concretizza con collaborazioni di questo tipo, dandoci anche la possibilità di supportare una delle più grandi Aziende del Paese” ha sottolineato Sixte Cambra durante la cerimonia di consegna delle vetture, che ha avuto luogo nei giorni scorsi a Portal de la Pau, davanti alla Sede del Porto.

Ramón Paredes ha ribadito l’importanza del Porto nelle attività della SEAT: “Il Porto è uno snodo fondamentale per quanto riguarda la nostra logistica. Inoltre, con questa collaborazione diamo un ulteriore impulso allo sviluppo della mobilità elettrica in città”.

Un’occasione per studiare una futura produzione in serie

Tre mesi di studio  Nei prossimi mesi la SEAT avrà modo di raccogliere, tramite telemetria, informazioni in tempo reale relative a posizione, velocità e livello di carica delle batterie: dati utili nell’ottica di una produzione di serie di queste vetture. Allo stesso tempo, il Porto potrà valutare la possibilità di includere in futuro questa tipologia di mezzi nel proprio parco.

La Leon TwinDrive combina un motore tradizionale a un propulsore elettrico, che può essere collegato alla rete per la fase di ricarica;  mentre la e-Altea è completamente elettrica e funziona grazie a un motore alimentato da una batteria ad alta tensione che, anche in questo caso, può essere caricata collegandosi alla rete.

Leggi anche:  Comau e IAAD insieme per progettare i cobot del futuro

Per la ricarica delle vetture che sono in servizio da questo mese, il Porto di Barcellona ha installato due colonnine a connessione lenta. Le vetture, facilmente riconoscibili grazie alla presenza dei loghi del Porto e della SEAT, saranno in servizio già dal mese di febbraio.