Diffusione della banda larga in Italia

Le tecnologie Lte, Long Term Evolution, identificate anche come Super 3G perchè considerate un’evoluzione dei network 3G, sono un modello che rafforza la tecnologia derivata da Gsm/Umts.

Offrono una velocità di 100 Mbps in download e 50 Mbps in upload e consentono prestazioni paragonabili a quelle delle reti fisse e in più assicurano miglioramenti significativi in termini di efficienza energetica. In Italia, Vodafone è pionere nell’uso di queste tecnologie e da poco ha iniziato la transizione verso l’LTE a 144Mbit/s.

Vodafone Italia e’ il primo operatore ad avviare la copertura di rete mobile a 43.2 Mbps con tecnologia HSPA+ (High Speed Packet Access) nelle città di Roma e Milano e garantisce che entro marzo 2011 saranno coperte le 16 principali città italiane.

Tutti i clienti che hanno scelto Vodafone come fornitore potranno navigare la rete con molta facilità perché favoriti da una espansione dei servizi disponibili sia in download che in upload: potranno, ad esempio, collegarsi a contenuti audio e/o video in alta definizione e vedranno migliorare la fruizione di servizi interattivi, grazie ai tempi di risposta maggiormente ristretti.

Vodafone non è nuova a questo tipo di iniziative, infatti aveva già stanziato per il progetto 1000 Comuni un miliardo di euro e con quest’altra iniziativa solca i cieli della transizione dalla tecnologia 3G a quella LTE.

Leggi anche:  TIM: ora è possibile usare il credito telefonico anche per gli acquisti su App store, Apple Music, iTunes & iBooks