IBM porta Apple verso le imprese

Storico accordo tra le due aziende americane: su iOS arrivano le app business per rivoluzionare il modo di lavorare

Un’alleanza tra due superpotenze del genere non si era mai vista, almeno in ambito hi-tech. Apple e IBM hanno siglato un accordo per portare l’esperienza tipicamente consumer di iPhone e iPad all’interno di un ambito più professionale. La notizia è arrivata direttamente dalle pagine del sito ufficiale di IBM, che ha spiegato come l’obiettivo comune è di “trasformare l’enterprise mobility attraverso una nuova classe di app per il business, in particolare portando su iPhone e iPad la possibilità di lavorare sugli analytics e i big data in possesso di IBM”. L’accordo è già in una fase avanzata visto che sarebbero già in via di definizione un centinaio di app, dedicate alla produttività aziendale, un supporto AppleCare per il settore enterprise e una serie di servizi cloud di IBM pensati appositamente per gli iDevice.

Due brand per ridefinire il mercato

In un’intervista al sito Recode, Tim Cook ha ammesso la necessità per Apple di incamminarsi verso strade ancora non battute. “Abbiamo sempre lavorato bene nella definizione di nuove esperienze di utilizzo per i consumatori, sia di app che dispositivi. Ma quel tipo di esperienza, in grado di trasformare i servizi in business non è nel nostro DNA. Per fortuna è in quello di IBM”. L’accordo tra le due aziende porterà IBM a fornire di dispositivi iOS i propri dipendenti, con integrati già diversi tipi di software professionale. Il primo lancio dovrebbe arrivare entro la fine del 2014 ma sarà nel 2015 che l’ecosistema Apple potrà dirsi finalmente maturo per soddisfare anche le esigenze di un pubblico diverso, che cerca in un tablet molto di più che uno strumento per rilassarsi nel tempo libero (e per sfogliare qualche PDF o presentazione PowerPoint).

Leggi anche:  UniCredit sottoscrive minibond da 3 milioni di euro emesso da TESISQUARE di Bra/Cherasco