Samsung lancia l’eStore per smartphone e tablet

Sulla scia di Apple, anche l’azienda coreana decide di vendere direttamente i propri prodotti. Per adesso non Italia

La politica di vendita di Samsung potrebbe essere cambiata, in meglio. Presto anche in Italia, oltre a trovare gli smartphone e tablet dell’azienda nelle classiche catene commerciali, sarà possibile acquistarne anche dal sito ufficiale, nella sezione eStore. In pratica Samsung si allinea perfettamente a quanto, da anni, fa Apple, con la vendita dei suoi dispositivi (e accessori) in prima persona, senza passare per gli intermediari. Ma c’è un problema. Spesso (e Apple ne è la dimostrazione) i prodotti venduti online, sui siti ufficiali delle aziende produttrici, costano di più di quelli che si possono trovare nelle catene nazionali. Come mai? Il motivo è che, per un periodo limitato di tempo, i negozi possono scontare l’hi-tech in vista di promozioni o nuovi arrivi (è il caso del Galaxy S4 dopo l’uscita dell’S5), mentre sugli store online tutto ciò non avviene. Conviene quindi comprare sempre presso i rivenditori?

Acquisto online oppure onsite?

In realtà dipende molto dal momento. Samsung ad esempio ha messo in atto una politica di restituzione dell’IVA per i prodotti acquistati sul suo store, attualmente in Italia solo gadget e accessori. In altri casi Apple vende direttamente prodotti “ricondizionati” a prezzi vantaggiosi; una possibilità di cui non è possibile usufruire nei negozi locali. La nuova sezione “eStore” arriva con una versione graficamente aggiornata del sito in cui è stata aggiunta la possibilità di acquistare anche device. Invece di elencare i rivenditori di una determinata zona, adesso sul portale è possibile procedere direttamente all’acquisto, pagando con le classiche carte di credito, prepagate o PayPal. Come detto la sezione per ora è stata implementata solo in alcuni paesi mentre da noi è possibile acquistare, sull’ eShop, solo custodie e gadget per i prodotti Samsung.

Leggi anche:  Twitter permetterà di cambiare chi può rispondere a un tweet dopo averlo pubblicato