Minecraft è di Microsoft, ora è ufficiale

Microsoft acquista Mojang e Minecraft

Microsoft ha acquistato Mojang, software house creatrice del sandbox Minecraft, per 2,5 miliardi di dollari e i gamers non sono contenti

Qualche giorno fa si ventilava l’ipotesi che Microsoft fosse disposta ad acquistare Mojang, software house creatrice del videogioco sandbox Minecraft. Oggi l’azienda di Redmond, che ha 20 giorni di tempo per fare chiarezza su alcune pratiche commerciali in Cina, ha ufficializzato l’acquisizione dell’azienda fondata da Markus Persson per 2,5 miliardi di dollari. “Minecraft è più di una grande marchio, è una piattaforma aperta mondiale, con una comunità attiva”, ha detto il CEO di Microsoft, Satya Nadella.

L’acquisizione di Mojang rappresenta secondo Microsoft una “opportunità per la comunità” dei fan del videogioco. “I giocatori di Minecraft hanno trasformato il gioco in qualcosa che ha superato le attese. L’acquisizione di Microsoft apre un nuovo capitolo nella storia di Minecraft”, ha sottolineato Carl Manneh, amministratore delegato di Mojang.

I fan di Minecraft si mobilitano

L’annuncio dell’acquisto di Mojang da parte di Microsoft ha scatenato una vera e propria sommossa online. Sulla pagina ufficiale di Facebook di Minecraft sono apparsi commenti come: “RIP Mojang”, “traditori”, “No, a Microsoft no!” e “Addio modifiche, addio contenuti generati dagli utenti, addio server…lo disinstallo”. Il timore maggiore dei fan riguarda infatti la natura aperta del videogioco, che potrebbe essere limitata dalle ingerenze dell’azienda di Redmond, e la possibilità che il titolo diventi un’esclusiva di Xbox. Le rassicurazioni di Mojang, che nella nota in cui ha annunciato la novità ha scritto “impedire agli utenti di fare cose interessanti non è nell’interesse di nessuno”, non hanno evidentemente convinto i gamers.

Leggi anche:  Maticmind completa acquisizione New Changer