Apple: un indizio per la realtà virtuale

La Mela dell’hi-tech sarebbe pronta per esplorare le infinite possibilità del mondo virtuale creando un ecosistema imbattibile

La prova è tutta nella nuova ricerca di personale pubblicata sul sito ufficiale. Apple sta cercando per i suoi laboratori a Santa Clara, California, un App Engineer, per sviluppare app che si integrino con la realtà virtuale. Se non è un chiaro segnale di quello che sarà il futuro di Apple poco ci manca. Il tema dell’innovazione tridimensionale è molto caro ad Apple. Non a caso negli anni diversi rumors parlavano della possibilità che l’azienda si lanciasse nel mercato nascente, dando vita così ad un nuovo business, finora assente, proprio cerca di fare Oculus con i suoi Rift. Eppure finora la Mela si era concentrata soprattutto sullo sviluppo di dispositivi capaci di attirare il pubblico odierno, lasciando più indietro tecnologie più avveniristiche.

Futuro interattivo

Di certo Steve Jobs si compiacerebbe di ciò che si dice intorno ad Apple, in relazione ad un salto diretto nella realtà virtuale. A tal proposito non è detto che il rimpianto CEO non ci abbia messo del suo a canalizzare le idee verso una direzione ben precisa per intraprendere la nuova avventura. Tant’è, la ricerca di lavoro pubblicata sul sito delle risorse umane di Apple non restituisce molti dettagli sulla posizione, se non l’obiettivo prefissato dal team. Costruire esperienze interattive che possano utilizzare anche (ma non solo) la realtà virtuale è uno dei traguardi che Apple vuole raggiungere nei prossimi anni, non è chiaro se solo a livello software (con app che usino gli Oculus Rift ad esempio) o anche hardware, producendo i suoi Apple VR.

Leggi anche:  Dassault Systèmes aderisce a GeSI, un nuovo passo verso l’innovazione sostenibile