Gli USA scelgono la neutralità della Rete

La Federal Communications Commission ha votato a favore della net neutrality classificando il web come strumento di pubblica utilità

La notizia che gli americani attendevano da mesi è finalmente giunta. La volontà del Presidente Obama di rendere il web un servizio accessibile a tutti e in egual misura diventa legge grazie alla Federal Communications Commission. Nella giornata, la maggioranza dei rappresentanti della FCC ha votato a favore della neutralità della rete conferendo a internet un ruolo primario nella crescita sociale ed economica del paese. Il voto dei tre democratici contro i due repubblicani ha permesso ai sostenitori del web libero di festeggiare la decisione storica per tutto il paese.

Riclassificazione

Come conseguenza della votazione, internet viene riclassificato come bene di pubblica utilità, al pari delle reti telefoniche. Per questo non potrà esservi la creazione di una seconda corsia di navigazione che, sponsorizzata dai provider, avrebbe richiesto agli utenti un pagamento extra per scaricare file o fruire di contenuti multimediali ad una velocità maggiore di quella a disposizione dei “comuni” mortali. Con la norma della FCC cambiano inoltre alcune regole di censura di internet. Nello specifico i provider statunitensi non potranno più bloccare l’accesso ad un sito web senza prima aver ascoltato la commissione sulle comunicazioni che avrà potere di legiferare dove prima vigeva una sorta di far west legislativo in cui era assente un singolo soggetto in grado di difendere gli interessi dei navigatori.

Leggi anche:  Bannare Trump da Twitter? “Una decisione giusta” secondo Dorsey