Seconda edizione di RDS STARTUP LAB con borsa di studio da 35.000 nella Silicon Valley

Il 21 marzo 2015 scadrà la possibilità di presentare un progetto di startup e concorrere per la sezione intrattenimento alla nuova borsa di studio RDS Start Up Lab di 35.000 euro

Vincenzo De Laurentiis ha vinto la borsa di studio RDS Startup Lab edizione 2014 e ha trascorso due mesi alla Santa Clara University in California, frequentando corsi di formazione e specializzazione imprenditoriale, e, successivamente, ha testato il proprio modello di startup nella Silicon Valley per i 6 mesi successivi, acquisendo così le capacità necessarie per realizzare la propria idea e garantire una sussistenza economica basata su un business plan stile anglosassone.

Al rientro in Italia, RDS ha costruito un percorso di mentorship e sviluppato con Vincenzo una collaborazione per il progetto RDS selfie contest, app di gamification e ugc che consente di lanciare contest foto e video, correlata a Facebook e siti web dedicati. Un’idea che si sposa bene con la natura crossmediali della radio e con la filosofia di RDS, che ogni anno organizza 160 concorsi su varie piattaforme.

Il 21 marzo 2015 scadrà la possibilità di presentare un progetto di startup e concorrere per la sezione intrattenimento alla nuova borsa di studio RDS Start Up Lab di 35.000 euro, finanziati da RDS Foundation, e compiere lo stesso percorso di formazione che ha intrapreso Vincenzo De Laurentiis.

“RDS è entrata in una dimensione di ricerca di opportunità da offrire al mercato e ai suoi ascoltatori– racconta Massimiliano Montefusco, membro dello steering committee di Best program e direttore marketing e comunicazione di RDS –che oramai rappresenta una piattaforma crossmediale avanzata rispetto ai competitor, sviluppando progetti di condivisione per gli utenti ascoltatori. RDS Startup Lab èun punto di forza della strategia di conoscenza del sistema evolutivo delle tecnologie e delle trasformazioni che comporta e rappresenta un bacino a cui attingere e condividere con il pubblico.”

Leggi anche:  Covid-19 Challenge: i progetti che accedono al “Preliminary Acceleration Program”

“RDS mi ha dato la possibilità di realizzare la mia idea – dice Vincenzo De Laurentiis di ritorno dagli USA – che per mezzo dell’esperienza condotta nella Silicon Valley è stata affinata e resa competitiva per il mercato. Nei sei mesi ho imparato che bisogna pensare in grande per il mercato globale e prepararsi sempre ad avere una seconda chance che ci permetta di non perdere il nostro patrimonio di idee”.

RDS insieme a Italian Business & Investment Initiative, Mind The Bridge Foundation, l’Ambasciata americana in Italia, la commissione Fullbrhight e Invitalia contribuisce a divulgare due importanti e significativi progetti: la Borsa di studio Best (Business Exchange and Student Training)  e RDS Startup Lab.

RDS Start Lab èrivolto a giovani ricercatori under 35 che lavorano su idee imprenditoriali attente a cogliere l’evoluzione tecnologica del mondo dell’intrattenimento. Un’opportunitàunica di formazione e training negli U.S.A, il Paese che rappresenta un’eccellenza nel lancio di nuove startup e un’occasione importante per fare impresa in Italia.

Il bando di concorso èpubblicato sul sito RDS.it. e su quello di bestprogram.it. Ogni candidato potràsottoporre la propria idea compilando i formulari che troveràon line. Dopo una prima selezione delle application ricevute on-line, i candidati con le migliori idee verranno invitati a Roma per una intervista one-to-one in inglese.

Il comitato di selezione è composto da membri della Commissione Fulbright, esperti di settore e un rappresentante dell’Università di Santa Clara. La Commissione Fulbright annuncerài vincitori entro fine maggio. I vincitori incominceranno la loro avventura formativa negli USA all’inizio del mese di settembre 2015.