La Cina costruirà il più potente acceleratore di particelle al mondo

cina acceleratore particelle

Sette volte più potente della controparte di Ginevra, vedrà la luce nel 2020 dopo quattro anni di lavoro nel sottosuolo

Il passatempo di far collidere una serie di particelle a velocità quasi inimmaginabili può diventare pericoloso ma estremamente utile per comprendere da dove viene e dove va l’Universo. Sarà per questo che la Cina ha in mente di realizzare una nuova generazione di acceleratore di particelle, il doppio in dimensioni e sette volte più potente di quello del Cern di Ginevra. I lavori partiranno nel 2020, secondo fonti cinesi, e il progetto si conoscerà entro la fine del 2016, quando verrà svelato il disegno del dispositivo che si pone come avanguardia nello studio scientifico della vita. L’attrezzatura in Oriente sarà in grado di generare milioni di particelle del bosone di Higgs, un numero decisamente maggiore di ciò che può fare il Large Hadron Collider svizzero.

Oltre il limite

Wang Yifang, direttore dell’Institute of High Energy Physics della China Academy of Sciences, ha spiegato che sarà Qinhuangdao, una città portuale a nord-est di Pechino dove è cominciata la costruzione della Grande Muraglia, che ospiterà l’acceleratore, viste le favorevoli condizioni geologiche. “Il Large Hadron Collider sta rapidamente raggiungendo il limite del livello di energia – ha spiegato Wang a China Daily – e non sembra possibile avanzare ulteriormente al livello attuale. La nostra sarà una macchina per il mondo, non solo per gli sviluppi della ricerca in Cina”.

Leggi anche:  IBM rivoluziona il mondo dei chip con tecnologia a 2 nanometri