Runtimate, la startup dei runners!

runtimate

Tommaso De Angelis e Stefano Russo, sono i due giovani imprenditori che hanno lanciato la loro corsa all’innovazione nel mercato dei wearable device attraverso Runtimate.

Runtimate è una soluzione innovativa nel campo della tecnologia indossabile applicata all’allenamento all’aria aperta: la cintura magnetica Runtimate Belt, la fascia da braccio Runtimate Armband e i relativi accessori, ideati da Tommaso e Stefano, consentiranno ai runner di portare con sé durante la corsa, chiavi, asciugamani, borracce, telefoni cellulari e molto altro senza dover ricorrere a scomodi zaini o marsupi e limitando al minimo l’impatto di questi oggetti sull’attività atletica. Il tutto grazie a un perfetto mix di innovazione tecnologica, materiali leggeri e design ergonomico.

Li abbiamo intervistati:

Qual è la storia di Runtimate?

Runtimate è nata una sera in cui discutevamo io e Stefano in palestra su alcuni problemi che avevamo sia nella palestra stessa che fuori quando ci capitava di andare a correre. Io gioco da semi-professionista a football americano da 10 anni e mi capita molto spesso di dover correre per tenere il fiato quando sono in offseason, e quasi sempre lo faccio all’aperto. I problemi sono legati a portare con sé comodamente alcuni accessori utili durante l’attività (borraccia, cellulare ecc) e altri che non si possono lasciare altrove (chiavi, documenti, monete ecc). Avendo utilizzato varie soluzioni come zaini e marsupi ci siamo resi conto che non c’era un prodotto che unisse funzionalità e comfort, per cui abbiamo sviluppato un’idea nuova. La nostra cintura, così come l’armband, massimizza entrambe le caratteristiche. Attraverso l’aggancio magnetico è possibile utilizzare agevolmente ciò che si trasporta, che è anche meglio distribuito lungo la vita per non essere d’ingombro durante l’attività. Il design ergonomico invece limita il sobbalzo ed è studiato per essere confortevole anche su lunghi tragitti.

Leggi anche:  Ricerca e innovazione: la Campania protagonista a Smau

Quali sono le altre caratteristiche del vostro progetto?

Il progetto Runtimate include anche un’app mobile (e una relativa web app) che reinventa il concetto di monitoraggio dell’ attività fisica legandolo al mondo social e a un sistema di gamification. Attraverso l’applicazione gli utenti potranno trovare gli altri runner a loro più vicini e raggiungerli; più in là, inoltre, sarà possibile anche sfidare in tempo reali altri utenti, siano essi vicini o in un altro continente. Un sistema di gamification, inoltre,permetterà agli atleti di guadagnare punti esperienza e booster sulla base delle loro prestazioni , mentre un sistema di ricompensa distribuirà Runcoin,una moneta elettronica dedicata, che permetterà agli utenti di ottenere uno sconto per l’acquisto di nuovi accessori sul sito e-commerce di Runtimate.

runtimate 1

Quanto vale il mercato (Italia ed estero)?

Il mercato dello sportswear vale intorno ai 250 miliardi di dollari worldwide e cresce costantemente ad un tasso superiore al 6% oramai da una decina d’anni. La nostra nicchia di riferimento, running e jogging apparel vale circa 4 miliardi.

Qual è lo stato dell’arte oggi e quali i passi futuri?

Ora abbiamo superato la prima parte di prototipazione per l’industrializzazione e abbiamo testato sia il prodotto che il mercato. Abbiamo capito che la soluzione è interessante ma l’approccio deve essere diretto e concreto, lasciando che siano i runner a provare i nostri prodotti ed essere portavoce dei nostri punti di forza

In questo momento cosa cercate in termini di funding?

Ora siamo alla ricerca di un capitale di circa 150 mila euro per migliorare i prototipi che abbiamo, costruire stampi già ingegnerizzati e creare un primo lotto di prodotti per il consumatore finale. Abbiamo già superato uno studio di fattibilità per dotare i nostri prodotti di sensoristica, per entrare in futuro nel mercato dei wearable che è in rapida crescita.

Leggi anche:  PURINA: aperte le candidature per Unleashed 2021

La corsa di Runtimate per raggiungere tutti gli appassionati di sport e tecnologia è partita  con il lancio su Kickstarter. Dopo un anno e mezzo di duro lavoro siamo finalmente pronti a lanciare i nostri prodotti e per farlo puntiamo a raccogliere 65,000 € in 35 giorni . È una sfida complessa ma speriamo davvero di potercela fare grazie al sostegno di tanti appassionati che vorranno credere in noi.”

Le campagne Kickstarter operano in un modello di finanziamento “tutto o niente” , per cui Tommaso e Stefano otterranno il finanziamento solo se raggiungeranno il traguardo dei 65,000€ in 35 giorni: è possibile sostenerli con una donazione al link e seguirli sui profili Twitter(@runtimate) e Facebook (Runtimate).


 

Runtimate nasce dall’intuizione di Tommaso De Angelis e Stefano Russo, i due fondatori, rispettivamente ex agente commerciale per Telecom Italia S.p.a. ed ex consulente sostenibilità per la Fondazione Eni Enrico Mattei, Runtimate Srl, Startup Innovativa, Il team di Runtimate Srl, Startup Innovativa si arricchisce di persone e competenze con Gianluca Tuccillo e Giovanni Villani, entrambi avvocati; Graziano Di Gennaro, consulente finanziario; Armando Pace, graphic designer e Sync Lab Srl, software house. Gli ultimi due hanno direttamente investito nel progetto, rispettivamente risorse finanziarie e beni in natura (mobile app e web app). Collaborano con Runtimate anche il designer industriale Mirco Sapio, Antonio Grillo, Lab Manager di Fablab Napoli (per l’ingegnerizzazione e la prototipazione dei prodotti), l’ Ing. Carlo Carrelli che cura l’ottimizzazione degli aspetti tecnici dei prodotti e l’ Ing,. Biase Celano, a capo di Officina Elettronica Spa, il quale sta studiando lo sviluppo dei prodotti nella versione “wearable devices”.