Build 2016: le novità principali per il gaming

xbox

Cominciata a San Francisco la Developers Conference di Microsoft: riassumiamo gli annunci principali del 30 marzo

Come succede da qualche anno, le conferenze dei big della tecnologia dedicate agli sviluppatori destano interesse anche per i consumatori finali. Il motivo è semplice: a tutti interessano le novità che riguardano prodotti che abbiamo già in casa, che si tratti del sistema operativo, dello smartphone o della console di gioco. La Build 2016 rappresenta dunque un appuntamento importante per capire il futuro di Microsoft, tracciato da Satya Nadella e dai responsabili di diverse linee di business. Durante la prima giornata della Build Developers Conference a San Francisco, Phil Spencer, capo della divisione Xbox di Microsoft, ha annunciato diverse novità sulla console e Windows 10.

Per gli sviluppatori

Un update interessante è quello che trasforma ogni console di next-gen di Microsoft in una macchina di test. Questo avviene con l’Xbox Dev Mode, un’opzione presente già da oggi per chi è iscritti al programma insider e per tutti gli altri a partire dall’aggiornamento del sistema operativo della Xbox One conosciuto come Windows 10 Anniversary Update, che arriverà in estate. Proprio il nuovo OS porterà con sé funzionalità aggiuntive che avvicinano sempre più il mondo della console a quello dei PC. Ad esempio ci sarà la convergenza tra i due Store così da permettere agli sviluppatori di pianificare al meglio le proprie app per le diverse piattaforme. Inoltre a bordo del dispositivo di intrattenimento domestico arriverà anche Cortana, per avviare attività solo con la voce ma, soprattutto, per ottenere un’interazione migliore durante il gioco, come la ricezione di suggerimenti, di sfide e di titoli in uscita, calzanti con il profilo di ogni giocatore. Aspettiamoci un rilascio in sola versione inglese, ma è già qualcosa.

Leggi anche:  Qualità dei dati e Intelligenza Artificiale: come l'etica può diventare un vantaggio competitivo