La polizia ha sbloccato un altro iPhone

Gli agenti di Los Angeles hanno chiesto (e ottenuto) lo sblocco di uno smartphone all’interno di alcune indagini per un caso di omicidio

Il terzo? Il quarto? O anche oltre? Presto si perderà il conto degli iPhone sbloccati dalla polizia dopo la storia Apple-FBI. Prima della famosa questione, l’azienda di Cupertino aveva concesso per circa 70 volte alle forze dell’ordine l’accesso agli iPhone di indiziati. Il punto è che adesso ogni smartphone violato fa notizia. Dopo il caso che ha messo di fronte la Mela e i federali, si fa fatica a tenere il conto di quanti altri enti di controllo abbiamo deciso di violare la sicurezza e la privacy dei dispositivi mobili, per ampliare le prove di indagini e casi complessi. Questa volta è toccato agli agenti di Los Angeles, California, che avrebbero ottenuto le informazioni contenute all’interno di un iPhone 5S, senza nemmeno contattare Cupertino.

Come hanno fatto

La chiave di volta è stata ancora una volta un’agenzia esterna, che sarebbe riuscita a valicare le misure di sicurezza del terminale sfondando le protezioni di cifratura del device. La polizia americana è dunque riuscita a risalite ai dati dell’iPhone di April Jace, moglie dell’attore Michael Jace, accusato di averla uccisa, con un arma da fuoco, nel maggio del 2014. Il 18 marzo di quest’anno gli investigatori del reparto di Los Angeles hanno contatto un esperto forense (o un team, è da chiarire) per estrarre i dati sul telefono. Per quanto ne sappiamo, a bordo del cellulare era installato iOS 8, un sistema operativo migliore dal punto di vista dei metodi crittografici, ma non privo di incertezze. Sebbene Apple abbia puntato molto sull’introduzione, a partire dall’iPhone 5S, della funzionalità Secure Enclave, che protegge i dati personali posizionandoli, concretamente, in una parte diversa rispetto allo storage principale, in questo caso pare non sia bastato per impedire a terzi di impadronirsi dei segreti conservati sul cellulare. Un altro smacco alle capacità di sicurezza degli ultimi dispositivi di Cupertino.

Leggi anche:  Fortinet e AWS insieme per offrire una soluzione Next-Generation Firewall integrata