SoftBank acquisisce ARM per 30 mld di euro

Il Gruppo Sme.UP cresce in Piemonte con Soluzioni EDP

SoftBank ha acquisito ARM, leader dei produttori di processori per smartphone

E’ in atto una importante rivoluzione nel capo dei processori, in particolare per dispositivi mobili. La conglomerata giapponese SoftBank ha acquistato per 24,3 miliardi di sterline (circa 30 milioni di euro) l’azienda britannica ARM. La società del Regno Unito è passata da pochi anni dalla grandezza di laboratorio a leader mondiale nel settore dei chip per smartphone, tanto da coprire il 95% del mercato. I suoi prodotti sono infatti utilizzati da colossi come Apple, Samsung e Qualcomm. La cifra sborsata da SoftBank è superiore del 43% rispetto al costo necessario ad acquistare la totalità delle azioni alla chiusura della Borsa di venerdì scorso.

Per SoftBank si tratta della più importante acquisizione della sua storia. Solitamente l’azienda giapponese si è infatti limitata ad acquistare partecipazioni, comunque di una certa importanza, in altre società come Sprint Corp e Alibaba. Softbank consentirà ad ARM di mantenere la propria sede a Cambridge e non farà cambiamenti all’interno dell’attuale management. A conferma dell’importanza di questa operazione, ARM dovrebbe pesare da sola per un terzo dei suoi asset internazionali, stimati circa 79 miliardi di dollari.

La società britannica è riuscita nell’impresa di superare Intel nel settore dei processori per telefonia mobile e ora che il mercato si sta saturando ha messo nel mirino l’automotive e le vetture connesse.

Leggi anche:  Il 94% dei marketer italiani ha cambiato la propria strategia di coinvolgimento digitale con la pandemia