Il successo della PSD2 passa per una valida gestione delle API

La nuova direttiva sui servizi di pagamento, la nota PSD2, modificherà in positivo lo scenario per clienti, merchant, banche e altri soggetti coinvolti nei pagamenti. Ma il suo successo dipende anche da una valida gestione delle interfacce di integrazione

È mezzanotte. Ti serve urgentemente un po’ di contante, ma non hai il bancomat con te. Allora prendi il cellulare, apri l’app del conto bancario dal quale intendi prelevare i soldi e selezioni la somma che ti serve. Inserisci allo sportello bancomat il PIN monouso che hai ricevuto via SMS e prelevi il denaro. E l’app mobile ti ha anche guidato al bancomat più vicino. Semplice, comodo e sicuro. Questo è solo uno degli scenari in cui la Direttiva sui servizi di pagamento 2, cioè la Payment Service Directive 2, comunemente denominata PSD2, contribuirà a renderci la vita più facile. Infatti, la PSD2 sta per rivoluzionare il modo in cui i consumatori interagiscono con banche, negozi, operatori di telecomunicazioni, alberghi e altri fornitori di servizi. Ma di cosa si tratta? La prima PSD è stata avviata nell’Unione Europea nel 2007, per fornire un quadro giuridico per tutti i pagamenti effettuati in Europa, al fine di aumentare la rapidità, l’efficienza e la semplicità dei servizi di pagamento. La PSD2 parte da questo, mirando a incrementare l’innovazione e la trasparenza sul mercato europeo dei pagamenti, migliorando la sicurezza dei pagamenti via Internet e degli accessi ai conti bancari. Non solo: la PSD2 offre anche regole uniformi di concorrenza tra fornitori di servizi di pagamento, sia tra quelli tradizionali sia tra i più nuovi, come l’ambito Fintech, e tra entità come i retailer online e le telco. Dato che nell’odierna app economy sempre più consumatori gestiscono i loro movimenti finanziari attraverso apposite app mobile, è utile dare un’occhiata a cinque modi in cui la PSD2 accelererà l’innovazione nei pagamenti e trasformerà la customer experience tramite le applicazioni mobile.

  1. Maggiore comodità
Leggi anche:  L'evoluzione del digitale

La PSD2 mette il consumatore, e non la transazione, al centro del processo di pagamento, dando una visione semplice e un controllo completo sulle attività finanziarie, a prescindere da quale istituzione gestisce il conto. Per esempio, quando acquistiamo online, condividiamo i dettagli della carta con il merchant e altre entità come PayPal o MasterCard. A loro volta questi ottengono il pagamento dal nostro conto tramite intermediari. Con la PSD2, acquisteremo on line senza condividere i particolari della carta su Internet, in modo sicuro e fidato. Le nostre transazioni saranno garantite e protette da autenticazione avanzata e guidate centralmente, diventando così più rapide ed economiche.

  1. Pagamenti sicuri

Un’autenticazione forte a due fattori è una componente chiave della PSD2, utilizzata per convalidare l’utente di un servizio di pagamento o la transazione in tempo reale. In definitiva, creerà un ambiente affidabile per i servizi di pagamento in tutta l’UE e ridurrà le frodi senza appesantire gli utenti legittimi. Inoltre, i pagamenti peer-to-peer diventano una realtà attraverso il framework PSD2 guidato dalle API: in questo caso, il  consumatore sarà in grado di selezionare un contatto sul proprio dispositivo mobile ed effettuare un pagamento senza conoscere i dettagli specifici del conto bancario.

  1. Modalità innovative per gestire i fondi

Con la PSD2, i consumatori potranno beneficiare di una visione completa dei loro conti direttamente dal loro dispositivo mobile. Una sola autenticazione presso la loro banca fornirà una visione unificata dei servizi finanziari disponibili, nonché un quadro completo della situazione finanziaria storica, con in più la possibilità di aggiungere facilmente conti supplementari tramite la stessa autenticazione.

  1. Offerte finanziarie mirate

Con la PSD2, i consumatori avranno la possibilità di  ricevere offerte finanziarie personalizzate, come prestiti o consulenze sugli investimenti. La direttiva chiede inoltre alle banche di offrire ai Third Party Providers (TPP) un accesso sicuro ai conti dei clienti, a condizione che abbiano il consenso dei clienti stessi. Così come le banche, anche i TPP potranno utilizzare la loro business intelligence per fornire ai consumatori offerte finanziarie personalizzate.

  1. Minori commissioni sulle carte
Leggi anche:  Micro Focus, sostenere la trasformazione digitale anche in SaaS

L’implementazione della PSD2 può comportare l’eliminazione dei costi per i commercianti relativi all’elaborazione delle transazioni con carte di pagamento, e si tratta di vantaggi che possono essere passati direttamente al consumatore. Infatti, attraverso la direttiva, i pagamenti online passeranno a un modello “push”, con soldi prelevati da un cliente tramite API e trasferiti direttamente sul conto del merchant.

La chiave del successo della PSD2 è nelle API

Con la PSD2, l’IT diventa sempre più un potente strumento per nuovi modelli di business. Le banche avranno bisogno di soluzioni scalabili di gestione delle API per fornire accesso sicuro ai conti e per collegare gli aggregatori di pagamento di terze parti con i propri sistemi. Inoltre, avranno bisogno di soluzioni di sicurezza per fornire i livelli di sicurezza richiesti dalla PSD2 senza compromettere la customer experience. Queste tecnologie dovranno essere in grado di scalare on demand, in quanto è ampiamente previsto che ci sarà una crescita significativa nei volumi delle transazioni che le istituzioni finanziarie saranno tenute a gestire nel nuovo scenario. In sintesi, la PSD2 cambierà il panorama, rendendo i pagamenti più sicuri, aumentando la protezione dei consumatori e favorendo costi più bassi per i pagamenti. Tuttavia, la direttiva è sia una sfida di business sia una sfida IT: la dimensione tecnica deve essere considerata nel dibattito strategico attualmente in corso nell’industria Fintech in risposta a questa importante direttiva. Al proposito, CA Technologies ha creato una demo app che visualizza il modo in cui i consumatori trarranno beneficio dalla PSD2: questo breve video mostra alcuni dei vantaggi chiave per il consumatore.

Antonio Rizzi, CA Technologies Sr Director, Practice Services

[ot-video type=”youtube” url=”https://www.youtube.com/watch?v=hPeiQaEPBpc”]

Leggi anche:  Perché i retailer devono abbattere le divisioni tra i team aziendali per guidare l’innovazione e la crescita digitale