Le spedizioni dei PC scendono ancora

Secondo Gartner le vendite hanno perso il 3,6% nel terzo trimestre dell’anno: è il 12esimo di seguito con il segno meno

Da ben 12 trimestri (quindi tre anni) il mercato dei PC è in picchiata. Stando alle ultime rilevazioni di Gartner, nel trimestre da giugno a settembre del 2017 le spedizioni hanno perso il 3,6% a livello globale. Anno su anno i numeri continuano a scendere e, nonostante qualche segno di stallo vissuto in precedenza, il declino è sempre più inevitabile. Gli analisti stimano in 67 milioni le unità spedite in tutto il mondo nel recente periodo di riferimento, con in testa alla classifica, benché al ribasso, HP poi Lenovo, Dell, Asus, Apple e Acer. Tra queste, solo HP ha mantenuto un certo incremento delle vendite, mentre tutte le altre hanno sofferto una certa diminuzione, con addirittura Asus che vede un -9% rispetto allo stesso trimestre del 2016.

A cosa è dovuto il calo

La stessa Gartner, così come IDC, punta il dito su diversi fattori che avrebbero causato un tale ribasso nel numero di unità spedite globalmente. Tra tutti l’ovvia mancanza di domanda da parte dei consumatori ma anche un’evidente scarsità delle componenti necessarie alla costruzione, con un costo che nel tempo non si è contratto. “I paesi con un’economia stabile, come gli Stati Uniti, hanno contribuito a mantenere un feeling positivo verso il mercato, specialmente per le piccole e medie imprese. Gli altri invece soffrono perché maggiormente vulnerabili a eventi esterni, sia politici che economici” – spiegano da Garnet. Sulla stessa falsariga IDC: “L’introduzione nei paesi emergenti e il potenziale per un ricambio generazionale rappresentano elementi che teniamo d’occhio sebbene ci aspettiamo un certo declino nel quantitativo di pezzi venduti anche nei prossimi anni”.

Leggi anche:  Eni main partner di Zero, l’acceleratore italiano per le start-up Cleantech